Bimbo di 5 anni travolto dal cancello sotto gli occhi della sorellina: la struttura è uscita dal binario

Martedì 4 Giugno 2019 di Mirko Polisano
2


Schiacciato dal cancello di casa davanti agli occhi della sorellina di 13 anni. È gravissimo il bambino di cinque anni e mezzo che ieri pomeriggio è rimasto incastrato sotto la struttura di ferro. L'incidente si è registrato poco dopo le 19 in via Rivautella a Ostia Antica. Una traversa di via Luigi Pernier, proprio davanti alla scuola di calcio di Francesco Totti. Le urla gioiose dei bambini che festeggiano un loro amico al centro sportivo che provengono dal versante opposto della strada si confondono con le grida disperate della mamma del piccolo che chiede aiuto.

Bimbo di 5 anni travolto dal cancello sotto gli occhi della sorellina: la struttura è uscita dail binario

I SOCCORSI
I vigili del fuoco hanno impiegato diverso tempo per sottrarre il bambino dal peso del cancello. Sul posto anche i medici del 118 che hanno da subito capito la complessità del caso. Il bambino è stato trasportato in eliambulanza al Gemelli dove è stato sottoposto a una tac in sedazione. Le sue condizioni sono apparse da subito disperate: nell'impatto avrebbe riportato seri danni cerebrali. Secondo quanto ricostruito, il piccolo stava giocando con la sorellina nel cortile della villetta dove viveva con la sua famiglia quando ha chiuso il cancello con il telecomando a distanza. Il cancello, per cause ancora da accertare, è fuoriuscito dai binari ed è finito addosso al bambino che è rimasto incastrato sotto il peso della struttura. A liberarlo i vigili del fuoco e si è reso necessario anche l'arrivo di un carro-attrezzi. Sul posto, i carabinieri del Gruppo Ostia che hanno sequestrato il cancello e interdetto l'area.
 

LE TESTIMONIANZE
Nella piccola strada del quartiere Longarina i vigili urbani hanno dovuto bloccare il traffico per permettere all'eliambulanza di atterrare. I medici dell'automedica Formia Soccorso di Ostia hanno fatto l'impossibile e sono riusciti a rianimare il bambino, a stabilizzarlo e a caricarlo sull'eliambulanza che ha spiccato il volo verso il Gemelli. Sotto choc la mamma del piccolo, mentre il papà ha iniziato a sfogare la sua rabbia contro quel maledetto cancello prendendolo a pugni. Probabile che il cancello già in precedenza avesse dato problemi di funzionamento. La struttura si è sganciata, scarrellando fuori dai binari guida e finendo addosso al piccolo che, immediatamente avrebbe perso i sensi. «Ancora non ci credo a quello che è accaduto - dicono i vicini increduli - lui incastrato lì sotto e schiacciato dal cancello e noi qui impotenti». «Stava chiudendo il cancello - dice un'altra testimone - quando a fine corsa è venuto giù tutto. Un rumore fortissimo e poi le urla. Ha la stessa età di mia figlia e ancora non posso pensare a quello che è successo».

LA COMUNITÀ
La comunità della Longarina si è stretta intorno ai genitori per confortarli. Tante le testimonianze di affetto: «Non smetterò di pregare per quell'angelo dagli occhi azzurri - dice una mamma - perché quel bimbo torni presto a giocare e a sorridere». E il desiderio di uno, diventa la speranza di tutti.

 

Ultimo aggiornamento: 10:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelli che vogliono tutelare i piloni della Tangenziale

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma