Il Frosinone ribalta l'Ascoli, Pescara-Pordenone 4-2, colpo Pisa

Lunedì 2 Settembre 2019 di ​Vanni Zagnoli
Il Pescara batte in rimonta il Pordenone
Il Frosinone rimonta l’Ascoli, con due gol negli ultimi 10’. Al Benito Stirpe il vantaggio al 27' è di Troiano, pareggano Dionisi su rigore, il sorpasso è firmato da Paganini, servito da Beghetto. I ciociari iniziano bene con Paganini e Trotta, l’Ascoli esalta Bardi con il colpo di testa di Brosco, Ardemagni manca in tap. Il vantaggio bianconero è al 27': Ninkovic calcia sul secondo palo, Troiano incorna alla perfezione. Punizione di Ciano, Lanni si conferma fra i portieri più affidabili del campionato. Prima dell’intervallo un bel gol di Citro, annullato per fuorigioco, su lancio di Maiello. Lanna alla ripresa si esalta su Citro, replica Cavion per l’Ascoli e Ciano avvicina il pari. Salvi viene atterrato in area, Dionisi trasforma. Nel recupero, cross perfetto di Beghetto, Paganini anticipa Pucino e fa 2-1, poi l’espulsione per proteste di Brighenti.

A Castellammare di Stabia, il Pisa passa per 2-0, nella sfida tra matricole, con una rete per tempo, di Gucher e Marconi, resiste nonostante l'espulsione di Benedetti. Gol regolare annullato alla Juve Stabia, sullo 0-0, a Di Gennaro. Anche qui c’è stato equilibrio, il Pisa si mostra più quadrato. Minesso caratterizza l’avvio, Branduani devia sulla traversa. Al 32’ Gucher infila con un destro secco su punizione. All’intervallo Marconi punge su cross di Lisi, Branduani para, Di Gennaro di sinistro avvicina la traversa. A metà ripresa, tiro-cross di Lisi, Marconi corregge in porta. Con l’uomo in più, ci provano Vitiello e Carlini, invano.

All’Adriatico, il Pescara impatta bene la nuova stagione, con il 4-2 al Pordenone, ma da 1-2. Insomma i ramarri hanno sperato di restare al comando della classifica, si sono arresi alla squadra di Luciano Zauri, debuttante su panchine professionistiche. Al 4’, Galano viene atterrato dal 36enne Michele De Agostini e infila dal dischetto. Il pari è dopo 7’, Pobega sfonda a sinistra, serve Gavazzi che di piatto infila, complice anche il velo di Chiaretti a centroarea: Davide Gavazzi ha sempre convinto, in B, a 33 anni può ancora essere determinante. Gli abruzzesi mancano la porta con Monachello e Di Grazia, nel recupero del primo tempo si piegano su rigore: Scognamiglio colpisce la palla con la mano, Chiaretti trasforma il sorpasso. Il 2-2 è alla ripresa, con il sinistro di Galano, di prima intenzione, su tocco di Memushaj. Il sorpasso è al 26’, con il contropiede di Tumminello. Ci prova da fuori Michele De Agostini, figlio dell’ex azzurro Gigi, Fiorillo respinge. Nel recupero Palmiero insacca di forza il 4-2, poteva starci il pari.

Classifica:  Salernitana, Perugia ed Entella 6 punti; Benevento, Pisa, Empoli e Crotone 4; Spezia, Ascoli, Pordenone, Pescara, Cremonese, Venezia e Frosinone 3; Chievo e Cosenza 1; Livorno, Juve Stabia, Trapani e Cittadella 0.
   


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma