Torino, sequestrata la casa a luci rosse delle sex dolls: era stata appena inaugurata

Sequestrata la casa a luci rosse delle sex dolls: era stata appena inaugurata
Sequestro delle bambole, contestazione di attività abusiva di affittacamere con denuncia per omessa comunicazione, in forma telematica all'Autorità di Pubblica Sicurezza, dei nominativi dei clienti frequentatori del locale, oltre alla violazione amministrativa per la mancanza di etichette con indicazioni sui materiali. Questo il risultato dei controlli effettuati ieri dagli agenti di polizia municipale nella prima "casa chiusa" italiana delle bambole hot. la struttura, della società Lumidolls, era stata appena inaugurata a Torino e l'evento aveva avuto larga eco sui media.

LEGGI ANCHE Torino, apre la prima casa di appuntamenti con sex dolls (per lui e per lei)

Nel corso dei controlli effettuati dalla Municipale insieme a tecnici dell'Asl Torino, inoltre, è stato verificato un livello insufficiente del sistema di igienizzazione delle bambole che sono state poste sotto sequestro amministrativo cautelare.
Mercoledì 12 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2018 11:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-09-12 21:51:44
già, perchè quelle che esercitano sulla strada sono igienicamente perfette........
2018-09-13 08:16:45
Ora pure con le bambole, Barbie trema
2018-09-13 08:01:24
Ma che titolo è??? "Scoperta!" Ma se c'erano gli articoli sui giornali....
2018-09-13 09:01:08
Blitz dei vigili al bordello delle sexy bambole...ridicoli...ma che e' una barzelletta. Andate a guadagnarvi lo stipendio a dirigere il traffico, scopo per il quale veniste istituiti.
2018-09-13 09:13:08
Quando si dice lo squallore e toccare il fondo. A parte che NON è una scoperta: questa faccenda era stata pubblicizzata e strombazzata come una forma di progresso dal maggior giornale buonista di Torino.
11
  • 380
QUICKMAP