Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Infermiera aggredita in pronto soccorso a Frosinone, ennesimo episodio di violenza

Infermiera aggredita in pronto soccorso a Frosinone, ennesimo episodio di violenza
2 Minuti di Lettura
Sabato 11 Giugno 2022, 11:33 - Ultimo aggiornamento: 11:55

Un'infermiera è stata aggredita nella notte al pronto soccorso dell'ospedale "Spaziani" di Frosinone.  A colpirla con pugni e un corpo contundente un paziente che da alcuni giorni si trova in pronto soccorso e ha problemi psichiatrici.  All'infermiera sono stati riconosciuti 8 giorni di prognosi, salvo complicazioni. Si tratta dell'ennesimo episodio di violenza nei confronti del personale sanitario che si trova in "prima linea" nei dipartimenti di emergenza.

«Solidarietà alla collega. La spirale di violenza sui sanitari va fermata - afferma in una nota la Funzione pubblica Cisl -  Serve un piano per la sicurezza negli ospedali, in particolare a Frosinone dove le aggressioni verbali e fisiche sono ormai all'ordine del giorno.

Il segretario provinciale della Fp Cisl, Antonio Cuozzo, esprime solidarietà all'infermiera e chiede  «provvedimenti per la tutela di lavoratori che si trovano già ad operare in condizioni difficili e che in nessun modo devono essere oggetto di violenze, così come servono nuove assunzioni per rafforzare organici ormai sguarniti e velocizzare le prestazioni ai pazienti. Dalla Asl di Frosinone e dalla Regione Lazio pretendiamo risposte immediate: misure di prevenzione e vigilanza, programma per la sicurezza,oltre alla costituzione come parte civile in un eventuale giudizio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA