Finisce con la jeep nel dirupo,
tragedia nel Cassinate:
muore geometra di 73 anni

di Vincenzo Caramadre
Nel dirupo con la jeep: muore sul colpo. E’ successo ieri mattina a San Vittore del Lazio, dove ha perso la vita Carlo Nardone, geometra 73enne di San Giorgio a Liri. Per lui inutili tutti i soccorsi: la dinamica dell’incidente stradale è al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Cassino. Dolore e incredulità in molti centri della Valle dei Santi, dove il professionista era molto conosciuto e stimato. Mancavano pochi minuti a mezzogiorno di ieri, il 73enne a bordo della sua Suzuki Jimmi stava percorrendo via Mirteti, una parallela della strada provinciale per Cervaro, proprio all’altezza del cimitero di San Vittore del Lazio, quando ha perso il controllo del mezzo ed è finito in un burrone. Un volo di almeno cinque metri, poi il mezzo si è capovolto ed ha terminato la corsa tra la vegetazione. La terribile scena è stata notata da alcune persone presenti proprio nei pressi del cimitero cittadino dove si stanno eseguendo alcuni lavori, per cui la chiamata al 118 e ai carabinieri è stata immediata.

Sul posto sono arrivati i sanitari della postazione Ares di Cassino anche con l’automedica. Hanno tentato di rianimarlo, ma per il geometra di San Giorgio a Liri non c’era più nulla da fare: per questo non hanno potuto fare altro che certificare l’avvenuto decesso. Sul posto, come accennato, sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Cervaro e i colleghi della Compagnia di Cassino diretti dal capitano Ivan Matromanno. E’ stato informato il magistrato di turno alla Procura di Cassino, il sostituto procuratore Emanuele De Franco, e la salma è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale «Santa Scolastica». Con ogni probabilità, come avviene in questi casi, ci saranno gli accertamenti medico-legali per appurare la causa di morte. Certo è che saranno gli uomini del capitano Ivan Mastromanno a ricostruire l’esatta dinamica di quanto avvenuto ieri mattina in via Mirteti dove ha perso la vita Carlo Nardone. La notizia di quanto avvenuto a San Vittore del Lazio in pochi minuti è piombata a San Giorgio a Liri, dove l’uomo era nato e dove viveva con la sua famiglia. Moltissime le persone che si stanno stringendo al dolore dei familiari. C’è attesa per i funerali.

 
Martedì 10 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP