CORONAVIRUS

Covid, al contest dell'Università s’impone il braccialetto di distanziamento

Domenica 31 Maggio 2020 di Elena Pittiglio

Si chiama Toolbox. E’ un bracciale che mantiene il distanziamento sociale. E' il dispositivo che ha vinto il contest sul tema dell’emergenza Covid-19, rivolto a team di studenti e laureati. A lanciare il contest, un mese fa, in apertura del Career Day 2020, è stata l’università di Cassino e del Lazio Meridionale.

Il bracciale ecosostenibile misura le distanze e allarma chi lo indossa. Ma le sue funzioni non si esauriscono qua. Il dispositivo controlla anche la saturazione dell’ossigeno nel sangue e la temperatura corporea.
Il nome del team vincitore è quello guidato da Martina Abballe di Ingegneria Gestionale, che ha portato a casa il primo premio del concorso.

La premiazione è avvenuta nel corso di una call conference con la partecipazione del rettore Giovanni Betta, dei professori Alessandro Silvestri e Francesco Ferrante: i tre promotori e organizzatori dell’iniziativa. In ateneo sono arrivate una trentina di proposte, sottoposte al giudizio della commissione esaminatrice composta dagli stessi docenti Silvestri e Ferrante e dai colleghi Cristiana Cortis, Francescantonio Della Rosa e Susanna Pasticci, i quali hanno mandato in finale dieci progetti.

Oltre a Toolbox di Martina Abballe, a contendersi il podio sono stati Paolo de Ciccio (Secure Market), Michele Mastroianni (Clean jet), Lucia Saulle (ClinicApp Help Mobile), Daniele Candelaresi (Waste-e), Giovanni Valente (Snakeglove), Eugenio Struzziero (CounteRow), Dinaesh Kuma Sengodan (Digital Virus), Vitaliya Edaru (Woeking Tourist) e Romina Quaglieri (Palloncino).

Tutti singolari i progetti che hanno toccato vari campi, come ‘la cartella clinica in un click’ e la raccolta di rifiuti pericolosi: mascherine e guanti.

I partecipanti si sono sfidati a colpi picht. Ma alla fine la scelta della giuria è caduta sul progetto Toolbox con la seguente motivazione: «Considerata la rilevanza del problema, la fattibilità della soluzione, l’interdisciplinarità del team di lavoro e la qualità dell’esposizione».

Dopo la premiazione, la call conference ha aperto una finestra con il direttore dell'Innovaton Hub di Lazioinnova Luigi Campitelli, il General Manager per l’Italia del gruppo Easypark Giuliano Caldo ed il General Manager BS Holding Spa Valerio Zoino che si sono soffermati a riflettere sugli scenari futuri, post emergenza coronavirus.

 

Ultimo aggiornamento: 11:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani