Con SlidingLife si divorzia via App, la start-up trionfa al Legaltech Venture Day

Giovedì 1 Agosto 2019
Litigio di coppia
Separarsi via App, ora si può. E a certificare il successo di SlidingLife, la start-up fondata nel 2017 da Massimiliano Arena, avvocato, laureato Luiss in Giurisprudenza, non è soltanto una community molto vivace, visto che la società ha vinto la finale italiana della Legaltech Venture Day, contest organizzato dall'istituzione internazionale IE Business School Entrepreneurship e aperto alle start-up che operano nel mondo della innovazione forense e giuridica.

Al Collegio Carlo Alberto di Torino, davanti a investitori italiani e internazionali, la start-up con base a Foggia, che opera nel campo dei divorzi e delle separazioni, è stata insignita del primo premio che comprende anche 10mila dollari in servizi web su Amazon e altre consulenze strategiche. Slidinglife, piattaforma on real time che agevola l'espletamento delle esigenze di una coppia in fase di divorzio mettendo i genitori separati nelle condizioni di gestire meglio i propri figli, conta già migliaia di utenti iscritti alla community online, supportati da più di centinaia di professionisti civilisti certificati nella risoluzione delle controversie in ambito matrimoniale. La vittoria alla Legaltech Venture Day, frutto di una presentazione in inglese che ha impressionato la giuria composta da personaggi accademici, avvocati di spicco nel mondo legaltech e imprenditori del settore, consentirà al team di Slidinglife di partecipare al
Venture Day, finale mondiale della competizione prevista per aprile 2020 a Madrid, in rappresentanza dell'Italia. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani