EssilorLuxottica pronta a Opa da 7 miliardi su GrandVision

Mercoledì 17 Luglio 2019
EssilorLuxottica pronta a Opa da 7 miliardi su GrandVision
EssilorLuxottica mette nel mirino Grandivision. Leonardo Del Vecchio e i soci francesi valutano un'opa sulla catena olandese di negozi di ottica che ha come dote oltre 7mila punti vendita in oltre 40 paesi tra cui l'Italia (400 negozi). Un affare valutato 7,1 miliardi con un prezzo di acquisto a 28 euro per azione.

L'indiscrezione rilanciata da Bloomberg ha messo le ali (+8,84% a 22,9 euro, con un massimo di seduta a 23,28 euro) ad Amsterdam al gruppo di Schiphol che capitalizza quasi 5,9 miliardi di euro. In calo Essilux a Parigi (-1,44% a 116,55 euro). Grandvision e Hal, la holding che ha il il 77% del capitale e che tramite una controllata è primo azionista anche di Safilo, sono uscite allo scoperto confermando i colloqui in corso per la cessione della quota. Successivamente anche Essilor ha confermato le trattative. Un accordo ancora non c'è e non è detto che lo si raggiunga. L'operazione dovrà, comunque, passare attraverso le maglie delle Autorità di regolamentazione competenti in varie giurisdizioni.

EssiLux, nata dal matrimonio tra Essilor e Luxottica, è da poco uscita da una disputa interna sulla governance. Un braccio di ferro che rischiava di finire in tribunale e che si è risolto con il comune intento di attingere ad un interno per il ruolo di amministratore delegato. Il gruppo italo-francese che è un colosso da oltre 16 miliardi di fatturato, 57 di capitalizzazione e 140mila dipendenti, se dovesse chiudere l'operazione amplierebbe notevolmente la propria posizione sul mercato.

GrandVision che ha 37mila dipendenti ed è presente in Europa, Americhe, Medio Oriente e Asia ha chiuso il primo trimestre con ricavi in crescita del 7,5% e a fine 2018 ha acquistato oltre 100 punti vendita in Spagna di Opticas 2000.

La storia della catena olandese ha inizio nel 1891 con Christian Nissen che apre il suo primo negozio a Helsinki.
Ancora oggi, dopo oltre 100 anni, Nissen resta una del e attualiinsegne GrandVision leader in Finlandia. Nel 1996 la società di investimento Hal Holding entra nel mercato dell'ottica con l'acquisizione di Pearle Vision in Olanda e in Belgio preparando le basi per la futura crescita del gruppo. Nel 1999 l'ingresso in Italia con la collaborazione con Ottica Avanzi. Poi l'ulteriore espansione con l'insegna Optissimo e Solaris.

  Ultimo aggiornamento: 22:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma