CORONAVIRUS

Coronavirus, Moody's: peserà sul Pil italiano, cresce il rischio recessione

Mercoledì 26 Febbraio 2020
2
Coronavirus, Moody's: peserà sul Pil italiano, cresce il rischio recessione

Il coronavirus peserà sulla crescita economica dell'Italia, ma difficilmente peserà sul suo rating. Lo afferma Moody's in una nota, sottolineando che l'epidemia aumenta il rischio che l'Italia scivoli in recessione. Il itema sanitario italiano «è ben equipaggiato per fare fronte all'emergenza» innescata dall'epidemia di coronavirus «grazie ad alti standard medici e sulle pratiche», si legge in una nota di Moody's, secondo cui «alcuni costi addizionali resi necessari dall'epidemia potrebbero essere assorbiti dalle regioni». Tuttavia, «in caso di un deterioramento prolungato della situazione, si prevede che il Ggoverno centrale interverrà aumentando gli stanziamenti del Fondo sanitario nazionale».

Coronavirus, Iss: «Sconsigliati igienizzanti fai da te». I prodotti devono rispondere a standard

Le amministrazioni regionali «sono in prima linea per combattere l'epidemia» e hanno «sistemi sanitari equilibrati grazie ai finanziamenti adeguati in arrivo dal Fondo sanitario nazionale», si legge. Parlando invece delle implicazioni fiscali dell'epidemia, secondo l'agenzia di rating saranno «negative, ma gestibili», tanto più che «la posizione di bilancio dell'Italia è ragionevolmente in buon salute». 

Coronavirus Lombardia, prove di normalità a Milano: bar aperti anche oltre le 18

ll coronavirus è stato un duro colpo per l'economia cinese, che ora minaccia di mettere fuori gioco l'economia di tutto il mondo, scrive ancora Moody's. Una recessione globale è quello che si teme se il Covid-19 dovesse trasformarsi una pandemia e le probabilità che ciò accada, aumentano con il crescere dei contagi in Italia e in Corea del Sud. L'economia statunitense è più isolata dall'impatto del virus, ma non è immune, e in questo scenario subirebbe una flessione.  Secondo il report redatto dall'agenzia di rating, l'economia globale subirà un impatto sul Pil di quasi un punto percentuale nel primo trimestre (dato annualizzato), e rallenterà di 0,4 punti percentuali fino al 2,4% nel 2020. Per il contesto, la crescita potenziale globale è stimata al 2,8%.

Coronavirus Liguria, 6 casi: 5 in hotel di Alassio e uno a La Spezia

«L'economia Usa - prosegue il report - registrerà una crescita tendenziale di solo l'1,3% nel primo trimestre, in calo dello 0,6% a causa del virus. La crescita nel 2020 dovrebbe ora essere dell'1,7%, in calo dello 0,2%. La crescita potenziale dell'economia Usa è stimata intorno al 2%».

Coronavirus, fisco: stop a cartelle, verifiche e riscossioni nelle zone rosse

 

Ultimo aggiornamento: 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani