Bollette, maxi-risparmi su luce e gas: per le famiglie quasi 200 euro l'anno

Venerdì 27 Marzo 2020 di Roberta Amoruso

ROMA L'emergenza coronavirus si farà sentire anche sulle bollette di luce e gas. Ma almeno in questo caso l'effetto sarà positivo, con un netto calo a partire dal primo aprile. Si parla di un taglio secco a doppia cifra sulle tariffe dell'elettricità e del gas in arrivo dal prossimo trimestre che permetterà alle famiglie di risparmiare quasi 200 euro l'anno. È l'effetto delle «perduranti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all'ingrosso, legate ad una decisa riduzione dei consumi anche per l'emergenza Covid-19», spiega l'Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, che ha anche aumentato fino ad 1 miliardo e mezzo di euro (dal miliardo attuale) la disponibilità massima dello specifico conto per l'emergenza Covid-19, per interventi a favore dei consumatori.

Coronavirus, diretta. Stati Uniti primi per numero di contagi: superate Cina e Italia. Trump e Xi: «Lavoriamo insieme»

Nel dettaglio, le tariffe che scatteranno il primo aprile subiranno una riduzione del 18,3% per l'elettricità e del 13,5% per il gas per la famiglia-tipo in tutela. Flessioni che si tradurranno in un risparmio complessivo di circa 184 euro l'anno per la famiglia secondo i calcoli dell'Arera. In particolare, per l'elettricità la spesa per la famiglia tipo nell'anno scorrevole (tra il primo luglio 2019 e il 30 giugno 2020) sarà di circa 521 euro, pari a un risparmio di circa 45 euro l'anno. Per la bolletta del gas, invece, la spesa sarà di circa 1.019 euro nell'anno scorrevole, con un risparmio di circa 139 euro in ragione d'anno.

LE PROSPETTIVE
Del resto, «l'aggiornamento delle condizioni di tutela del secondo trimestre 2020 riflette quotazioni nei mercati all'ingrosso dell'elettricità e del gas attese in calo, legate ad una contrazione dei consumi che potrà continuare nei prossimi mesi, anche a causa dell'emergenza legata al Covid-19», spiega l'Authority precisando che «a ciò si aggiunge il significativo trend al ribasso dei prezzi spot del gas naturale, già iniziato nel primo trimestre dell'anno, da cui dipende fortemente la generazione elettrica».

Coronavirus, tasse verso un altro rinvio: rinnovo per congedi e bonus

È il risultato della vita che rallenta e dell'economia quasi ferma. «Mai come in questo momento è evidente la complessità dei legami del sistema energetico», sottolinea il presidente dell'Authority, Stefano Besseghini, evidenziando come questa «buona notizia della riduzione dei prezzi per i consumatori» sia «il riflesso di un rallentamento globale dell'economia». E proprio «su questo labile equilibrio - osserva Besseghini evidenziando la sfida di questo momento - le istituzioni, i governi e le autorità di regolazione devono operare, durante questa emergenza, per garantire continuità dei servizi e sostegno ai cittadini, senza compromettere la tenuta del sistema».

Eppure il risparmio non è sufficiente, non è l'unico effetto che si aspettano i consumatori. La riduzione «non basta per il Codacons: le bollette energetiche devono essere da subito sospese su tutto il territorio nazionale», proprio in considerazione dell'emergenza. Intanto, l'Unione nazionale consumatori incassa l'«ottima notizia del calo storico sia per la luce che per il gas». Si calcola che le riduzioni in questione si tradurranno per le famiglie in un risparmio complessivo su base annua (non quindi secondo l'anno scorrevole - come calcola l'Arera -, ma dal primo aprile 2020 al 31 marzo 2021, nell'ipotesi di prezzi costanti) di 237 euro. Il grosso dei risparmi arriverà dal gas (140 euro), il resto (97 euro) dai tagli per la luce elettrica.
 

Ultimo aggiornamento: 09:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani