Spread in rialzo, Piazza Affari in calo

Venerdì 8 Giugno 2018
4

Chiude in netto rialzo lo spread tra Btp e Bund nella settimana in cui il governo gialloverde guidato da Giuseppe Conte ha incassato la fiducia del Parlamento. Il differenziale di rendimento tra il Btp decennale e il pari scadenza tedesco ha terminato la seduta a 269 punti base, dai 256 punti di ieri, dopo aver raggiunto in mattinata anche quota 280 punti. Dopo il recupero di inizio settimana, dunque, lo spread con i titoli tedeschi ha ripreso a correre e ha chiuso 30 punti base sopra il livello di venerdì scorso (239). Il rendimento dei decennali è al 3,14%, anche in questo caso in forte crescita dal 3,05% di ieri. Sotto pressione i bond italiani anche sulle scadenze più brevi con lo spread sui titoli a due anni che ha chiuso a 236 punti, con rendimento che è volato all'1,73 per cento.

Borsa in ribasso. Chiusura pesante per Piazza Affari con l'indice Ftse MIb che cede l'1,89% (il 3,40% nella settimana) trascinana giù ancora una volta dai bancari. I listini europei sono stati piegati dai timori di impatti sugli accordi commerciali esistenti  a anche dai segnali di rallentamento dell'economia europea. Milano il listino più penalizzato, a conferma della freddezza degli operatori finanziari verso gli asset italiani in questa fase di estrema incertezza legata alle prossime mosse del nuovo Governo Conte. Il Ftse Mib torna vicino ai minimi dell'anno e ai minimi da agosto 2017 zavorrato innanzi tutto dalle vendite sulle banche.

Tra gli istituti di credito le performance peggiori sono state quelle delle ex popolari, forse sulla speculazione di un dietrofront del Governo rispetto recente riforma degli istituti: -4% Banco Bpm, -2,7% Ubi, -2,7% Bper. I cali sono stati comunque trasversali ai vari settori con Cnh e Unipol giù di oltre il 3%. 

 

Ultimo aggiornamento: 18:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA