AstraZeneca, la fondatrice Sarah Gilbert diventa una Barbie: «Così ispira le ragazze a lavorare nella scienza»

AstraZeneca, la fondatrice Sarah Gilbert diventa una Barbie: «Così ispira le ragazze a lavorare nella scienza»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Agosto 2021, 10:12 - Ultimo aggiornamento: 10:29

Sarah Gilbert, co-creatrice del vaccino Oxford/AstraZeneca è diventata una Barbie. Non è una battuta: è stata realizzata una bambola in suuo onore. Gilbert, che ha guidato lo sviluppo del vaccino contro il Covid all'Università di Oxford, ha detto di aver inizialmente trovato il gesto «molto strano», ma sperava che avrebbe ispirato le giovani ragazze a lavorare nel campo della scienza, della tecnologia, dell'ingegneria e della matematica.

Terza dose vaccino a settembre in Germania ad anziani e fragili. GB decide nei prossimi giorni

AstraZeneca e Pfizer, con il mix dei vaccini «sei volte più protetti»: ecco lo studio coreano

«Sono felice di ispirare la prossima generazione di ragazze nelle carriere di questo tipo e spero che i bambini che vedono la mia Barbie capiranno quanto sia vitale la scienza per aiutare il mondo che ci circonda - ha raccontato - Il mio desiderio è che la bambola mostri ai bambini carriere di cui potrebbero non essere a conoscenza, come lo scienziato dei vaccini». Oltre alle sembianze di Dame Sarah, l'azienda di giocattoli ha creato modelli in onore di altre cinque donne che lavorano in Stem in tutto il mondo.

Lisa McKnight, vicepresidente senior e capo globale di Barbie e bambole di Mattel, ha dichiarato: «Barbie riconosce che tutti i lavoratori in prima linea hanno fatto enormi sacrifici nell'affrontare la pandemia. Per far luce sui loro sforzi, condividiamo le loro storie per ispirare la prossima generazione a prendersi cura di questi eroi e a ricambiare».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA