Clizia Fornasier partecipa a "Scrivo per un'Amica", il testo contro la violenza sulle donne

Mercoledì 17 Marzo 2021 di Valentina Venturi
Clizia Fornasier foto Maria La Torre

È nota per le sue partecipazioni domenicali a "Quelli che il calcio" e per le interpretazioni cinematografiche e televisive. Ma Clizia Fornasier è anche una scrittrice, con all'attivo due libri. In queste vesti ha preso parte al progetto editoriale "Scrivo per un'Amica", il cui titolo richiama la scusa di nascondersi dietro una fantomatica amica che funga da protezione e nascondiglio.

Con le introduzioni di Ambra Angiolini e Marinella Soldi, sei autrici hanno messo a disposizione il proprio stile di scrittura in favore di altre donne e contro la violenza di genere. "Scrivo per un'Amica" è un e-book a cura della Fondazione Vodafone Italia e la cui nascita ha radici nell’iniziativa solidale “Chiedo per un’Amica”, anch’essa tenuta dalla major della telefonia, impegnata nell'opera di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere. 

Oltre a Fornasier ci sono Giulia Muscatelli, Marzia Sicignano, Cristina Caboni, Cristina Chiperi e Giada Sundas. I loro sono racconti inediti su sei diversi tipi di violenza - fisica, sessuale, economica, psicologica, porn e stalking - raccolti nel libro digitale, a cui si aggiunge un capitolo speciale con la graphic novel di Fumettibrutti aka Josephine Yole Signorelli. Il volume ha visto la luce l'8 marzo 2021, in occasione della Giornata Internazionale della Donna. 

Fornasier scrive di “Violenza Fisica”, raccontando la storia di una donna e madre, vessata da un figlio che non le risparmia aggressioni, reclusione e violenza domestica ripetuta, a Muscatelli spetta la “Violenza Sessuale”, la “Violenza Economica” è descritta da Sicignano, mentre Caboni indaga sulla “Violenza Psicologica”. Il “Revenge Porn”, definito anche "pornografia non consensuale", è la forma di violenza raccontata da Chiperi e Sundas scrive di “Stalking”. #ScrivoPerUnAmica è un'iniziativa creata insieme a We Are Social che mette a disposizione l’e-book scaricabile gratuitamente dall'homepage di Fondazione Vodafone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA