ROMA

E a Colli Aniene spuntano le minacce di morte per i cani

Martedì 1 Settembre 2020 di Marco Pasqua
1
I messaggi di avvertimento ai padroni dei cani, lungo i marciapiedi, possono avere diversi tenori. C'è quello cordiale, che invita giustamente gli animali degli animali a trattare il marciapiedi come fosse un corridoio di casa e, quindi, a raccogliere le deiezioni canine e c'è, invece, quello che, nero su bianco, minaccia azioni illegali. E' il caso del cartello apparso nel parco Nuovo Auspicio, nella zona di Colli Aniene. Per far fronte, evidentemente, al degrado di quella zona, l'autore (o l'autrice), lascia intendere di essere pronto a tutto anche ad uccidere i nostri amici a quattro zampe. «Se non vi bastano gli avvertimenti dati, vedi macchine, e non ve ne andate co sti cani, famo veni due o tre amichetti da Tor Bella Monaca a sistemare la faccenda». Qualcuno, sulla pagina Facebook di Roma fa Schifo, che lo ha condiviso, fa notare che queste prime righe contengono già un'autodenuncia, relativa al reato di danneggiamento. Ma la conclusione è ancora più inquietante: i nostri amici «non saranno teneri: polpette avvelenate, botte, ecc.». E, in calce, alla nota un perentorio «ultimo avviso». Secondo quanto riferisce chi ha condiviso lo scatto, il cartello è già stato oggetto di denunce presso le autorità di polizia.

marco.pasqua@ilmessaggero.it


Ultimo aggiornamento: 01:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA