Morto Billy, il koala salvato dalle fiamme, simbolo della tragedia australiana

Giovedì 30 Gennaio 2020 di Remo Sabatini
1
Morto Billy, il koala salvato dalle fiamme, simbolo della tragedia australiana

Era stato trovato un mese fa. Ferito, con le zampe bruciate, era stato immediatamente portato nel Centro di recupero della fauna selvatica di Adelaide. Lì, Billy, come era stato subito ribattezzato, era stato curato e coccolato dai volontari dell'Adelaide & Hills Koala Rescue che avevano sperato in una guarigione che, purtroppo, non è arrivata. La triste notizia della morte del koala è arrivata ieri.

LEGGI ANCHE --> Soldati australiani si prendono cura dei koala nel loro tempo libero: la foto è virale

A diffonderla sui social, dove la vicenda di Billy era seguitissima, un breve comunicato dei responsabili del centro di recupero. "Abbiamo alcune notizie molto tristi da condividere con voi, hanno scritto. Il nostro caro Billy non è riuscito a terminare il suo viaggio di recupero. Sembrava stare meglio ma le ferite e lo stress per la tragica esperienza vissuta, sono stati troppo per lui. Grazie a tutti per il vostro amore". E poi, "Dormi bene, Billy. Ci manchi". Nel frattempo, è notizia di queste ore, l'emergenza incendi in Australia, continua.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Hi everyone. We have some very sad news to share with you all. Dear Billy didn’t make it to the end of his recovery journey. He was doing so well, until one day, he just wasn’t. Early one morning, as the sun came up and the birds started to sing, he closed his beautiful eyes and went to sleep. The stress of his experience in the fire proved too much for his little body to heal from. His carers are nursing broken hearts, but comforted to imagine him climbing that big gum tree in the sky. Thank you all so much for your love for him. Sleep tight Billy, we miss you ❤️🐨 . . . #koala #billy #koalarescue #koalasofinstagram #bushfiresaustralia #goodbye #wemissyou @abcadelaide #abcmyphoto

Un post condiviso da Adelaide & Hills Koala Rescue (@1300koalaz) in data:

Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma