Il pomodoro in origine era viola, è diventato rosso solo «per caso»

Lunedì 11 Novembre 2019

Siamo abituati a vedere da sempre il pomodoro rosso, di un rosso vivo che ha ispirato anche Pablo Neruda ma in origine il pomodoro era viola, come le melanzane, le more o l’uva. Questo è quanto emerge da due studi indipendenti, condotti dall'Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e dall'Accademia Cinese delle Scienze di Pechino, pubblicati rispettivamente su Plant Communications e Molecular Plant. I due team sono partiti parallelamente dall’analisi di una rara varietà di pomodori con striature viola conosciuti dagli anni ’70 come Aft (Anthocyanin Fruit) che hanno incrociato con un’altra varietà Atv (Atroviolacea) da cui sono nati pomodori di un colore simile a quello delle melanzane. Esaminando gli oltre 30.000 geni del pomodoro, è stato identificato il gene che colora di viola la buccia della varietà Aft. Ecco nel dettaglio cos'è stato scoperto

Leggi anche: >> IN PASSATO LE MANDORLE ERANO VELENOSE, POI LE ABBIAMO ADDOMESTICATE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma