Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cade in cordata sul Gran Sasso, salvato alpinista umbro

Cade sul Gran Sasso, soccorso alpinista umbro
2 Minuti di Lettura
Sabato 18 Luglio 2020, 14:13 - Ultimo aggiornamento: 23:54

Incidente in montagna. Nella zona del Gran Sasso, versante di Teramo,  è stato soccorso e tratto in salvo DL.M.,  54 anni, alpinista umbro. L’uomo, primo di cordata, intorno ai 2.400 metri, è volato dal secondo tiro di corda, riportando un infortunio alla caviglia. Si stava arrampicando sul noto itinerario alpinistico denominato “Spigolo di Paoletto”.  
 



Una squadra di soccorritori del Soccorso Alpino e Speleologico dell'Abruzzo lo ha raggiunto sul luogo dell'incidente e lo ha calato alla base della parete, dove è stato poi imbarcato sull'elicottero del 118 per l'immediato trasporto all'ospedale dell'Aquila. I soccorritori hanno poi provveduto a condurre i compagni di cordata fino ai Prati di Tivo.  


Sempre l’elicottero del 118 dell'Aquila è poi volato sul monte Brancastello. Due escursionisti beneventani, moglie e marito, in difficoltà durante la discesa per via del maltempo e della nebbia, sono stati individuati e recuperati con il verricello e il triangolo di evacuazione. Spaventati, ma in buone condizioni di salute sono stati condotti ai piedi della montagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA