Cade in cordata sul Gran Sasso, salvato alpinista umbro

Sabato 18 Luglio 2020
Cade sul Gran Sasso, soccorso alpinista umbro

Incidente in montagna. Nella zona del Gran Sasso, versante di Teramo,  è stato soccorso e tratto in salvo DL.M.,  54 anni, alpinista umbro. L’uomo, primo di cordata, intorno ai 2.400 metri, è volato dal secondo tiro di corda, riportando un infortunio alla caviglia. Si stava arrampicando sul noto itinerario alpinistico denominato “Spigolo di Paoletto”.  
 

Una squadra di soccorritori del Soccorso Alpino e Speleologico dell'Abruzzo lo ha raggiunto sul luogo dell'incidente e lo ha calato alla base della parete, dove è stato poi imbarcato sull'elicottero del 118 per l'immediato trasporto all'ospedale dell'Aquila. I soccorritori hanno poi provveduto a condurre i compagni di cordata fino ai Prati di Tivo.  


Sempre l’elicottero del 118 dell'Aquila è poi volato sul monte Brancastello. Due escursionisti beneventani, moglie e marito, in difficoltà durante la discesa per via del maltempo e della nebbia, sono stati individuati e recuperati con il verricello e il triangolo di evacuazione. Spaventati, ma in buone condizioni di salute sono stati condotti ai piedi della montagna.

Ultimo aggiornamento: 23:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA