Laghi salati su Marte, alla scoperta partecipa prof di Chieti

Martedì 29 Settembre 2020
Laghi salati su Marte, alla scoperta partecipa prof di Chieti
Su Marte ci sono laghi salati. All'eccezionale scoperta ha contribuito anche un docente dell'Università di Chieti, Enrico Flamini, presidente della Scuola Internazionale di Ricerche per le Scienze Planetarie (Irsps) e fra gli autori della ricerca di due anni fa, quando era responsabile scientifico dell'Asi, l'Agenzia spaziale italiana. Flamini aveva già partecipato a un altro studio fondamentale, quello che aveva accertato la presenza di acqua sul Pianeta Rosso. L'entusiamo dei ricercatori è alle stelle: «La scoperta del 2018 è stata solo la prima prova di un sistema molto più ampio di corpi idrici liquidi nel sottosuolo marziano: è esattamente quello che avrei sperato, un grande risultato, davvero!» ha osservato proprio Flamini.

«Dire che questi nuovi risultati mi rendono felice non basta – ha aggiunto - L'unica vera domanda ancora aperta dopo il nostro primo lavoro era: è questa l'unica prova di acqua liquida sotto il ghiaccio? All'epoca non avevamo dati per dire di più, ora questa nuova ricerca dimostra che la scoperta del 2018 è stata solo la prima prova di un sistema molto più ampio di corpi idrici liquidi nel sottosuolo marziano. È esattamente quello che avrei sperato: un grande risultato, davvero!». Soddisfatto anche il responsabile scientifico del radar Marsis, Roberto Orosei, per il quale «la scoperta di un intero sistema di laghi implica che il loro processo di formazione sia relativamente semplice e comune, e che questi laghi probabilmente siano esistiti per gran parte della storia di Marte». © RIPRODUZIONE RISERVATA