Ragazza trovata morta tra le Marche e l’Abruzzo: ricerche in mare del compagno

Ricerche in mare per il compagno della ragazza trovata morta tra le Marche e l Abruzzo
di Tito Di Persio
2 Minuti di Lettura
Martedì 1 Settembre 2020, 16:00

Sono iniziate ella tarda mattinata di oggi, coordinate dalla capitaneria di porto di Ancona tramite motovedette ed elicotteri, le ricerche in mare di un uomo di 40 anni della Repubblica Ceca. Si tratterebbe del compagno della ragazza trovata morta verso le 13.30 di domenica nelle acque antistanti la zona sud del parco naturale la Sentina a Porto d’Ascoli a pochi metri dalla foce del fiume Tronto. Il corpo, infatti, potrebbe appartenere ad una ragazza anche lei della Repubblica Ceca, di circa 19 anni.

La Procura di Ascoli Piceno, nel pomeriggio di ieri, ha avviato contatti con l'ambasciata e consolato Ceca, dopo che la madre della presunta ragazza trovata senza vita ha lanciato l’allarme perché non riusciva a contattarla. La questura di Ascoli si è portata in un appartamento di Martinsicuro, dove la 19enne stava soggiornando insieme al fidanzato. I poliziotti quando sono entrati dentro e hanno trovato tutti gli effetti personali, il climatizzatore acceso, i cellulari e documenti, ma dei due occupanti nessuna traccia. Dall'appartamento sono stati prelevati alcuni oggetti utili per i campioni di dna, così da per poter effettuare un test e stabilire con certezza se il corpo senza vita ritrovato in mare sia proprio quello della turista ceca.

Al momento del ritrovamento, la ragazza - alta, capelli lunghi scuri - indossava un costume da bagno nero e orecchini e sulla quale sono state sono state riscontrate due ferite profonde alla coscia forse causate dall'impatto con un'elica o un altro oggetto in mare. L’esame autoptico che si svolgerà domani potrà sicuramente fornire ulteriori dettagli sulla causa del decesso. Al momento tutte le ipotesi investigative sono aperte, anche se la più accreditata sembrerebbe quella di un incidente in mare. Stando ad alcune indiscrezioni, infatti i due amavano fare delle lunghe nuotate o la mattina presto o la sera tardi. Nel caso specifico uno di loro potrebbe essere stato investito da un natante fuoribordo o potrebbe aver accusato un malore e l’altro per aiutarlo sarebbe a sua volta annegato. Tra l’altro, sempre stando a queste indiscrezioni, i due sabato sera sarebbero stati visti mangiare pizza e bere vino rosso in un famoso locale di Martinsicuro.
Alle operazioni di ricerche e soccorso oltre la capitaneria di Ancona, partecipano anche quelle di San Benedetto, Giulianova e Pescara.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA