Ragazza palpeggiata, condannato ex comandante dei vigili urbani

Ragazza palpeggiata, condannato ex comandante dei vigili urbani
2 Minuti di Lettura
Martedì 5 Ottobre 2021, 08:59

Il Tribunale dell’Aquila ha condannato a 2 anni e mezzo di reclusione F.S. 65 anni, ex comandante del Corpo dei vigili urbani di Montereale, accusato di violenza sessuale con abuso di potere. L’imputato, assistito dall’avvocato Francesco Saverio De Nardis era accusato di aver portato con un pretesto (che la macchina di servizio aveva forato) la figlia di un meccanico fuori l’officina per raggiungere la località Santa Maria Vittoria di Montereale.

Arrivati sul posto la parte offesa (rappresentata dall’avvocato Tommaso Colella) dopo essersi resa conto che uno dei pneumatici non era forato ma solo un po’ sgonfiato lo aveva riparato. Secondo l’accusa in quel frangente la ventenne sarebbe stata presa per le braccia dal comandante dei vigili urbani nell’intento di baciarla e non riuscendoci le avrebbe palpato i seni. Sconvolta la ragazza salita sull’auto di servizio è poi fuggita a velocità sostenuta con i lampeggianti accesi e con i segnali acustici inseriti riuscendo a raggiungere l’officina.



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA