CORONAVIRUS

Muore per un infarto, il tampone scopre che era contagiato dal Covid. Positivo anche un parroco

Domenica 18 Ottobre 2020 di Manlio Biancone
Muore per un infarto, il tampone scopre che era contagiato dal Covid. Positivo anche un parroco

E' morto ieri un 70enne, Bruno Callocchia, residente ad Avezzano, ricoverato all’ospedale dell’Aquila dopo un infarto ed è risultato positivo al covid. La curva del coronavirus continua a salire nei comuni marsicani. Dopo il maxifocolaio alla Rsa dell’Istituto Don Orione di Avezzano dove ben 103 persone sono risultate positive tra ospiti e operatori sanitari, ieri l’allarme è scattato alla clinica Nova Salus di Trasacco dove sono rimaste contagiate due operatrici sanitarie e un ospite. Attualmente sono una sessantina gli ospiti e per questo c’è preoccupazione tra il personale medico anche se la situazione sembra essere sotto controllo.

La direzione per fare chiarezza precisa: «A seguito della segnalazione di un’infermiera dipendente della struttura risultata affetta da Covid 19, abbiamo provveduto all’immediata esecuzione dei tamponi a tutti gli ospiti e a tutti i dipendenti e collaboratori della struttura . Al momento sono risultate positive due infermiere che erano già in isolamento domiciliare e una paziente in Rsa che presenta solo sintomi lievi».

Dal comune di Villavallelonga è invece arrivata la notizia del parroco risultato positivo al Covid 10 : «Qualche minuto fa, abbiamo ricevuto la chiamata del nostro parroco che ci ha purtroppo confermato la sua positività e ci ha informato sulle sue condizioni di salute, che sono tutto sommato buone. Invitiamo tutta la cittadinanza al massimo rispetto delle norme per il contenimento del contagi». Il parroco, Don Carmine Di Bernardo, è anche direttore della Caritas diocesana e si teme che il contagio si avvenuto in questi locali nei giorni scorsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA