Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Montesilvano, trovato un box pieno zeppo di droga: sequestrati 53 chili di marijuana

Montesilvano, trovato un box pieno zeppo di droga: sequestrati 53 chili di marijuana
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Agosto 2021, 08:18

Colpo grosso della Compagnia Carabinieri Montesilvano, che a cavallo di Ferragosto ha sequestrato ben 53 chili di marijuana che sarebbero finiti a peso d'oro sulle piazze cittadine. Non è il primo, né sarà l'ultimo dei sequestri, perché a giugno un'identica azione repressiva ha portato a 14 misure restrittive nei confronti di soggetti responsabili di detenzione di droghe a fini di spaccio. L'ultimo caso appunto, quello di venerdì, chiuso grazie ad una meticolosa azione investigativa. I carabinieri avevano rivolto le loro attenzioni ad un box (in via Chiappinello, zona collinare della città), sospettando che vi fosse nascosto un certo quantitativo di sostanze stupefacenti.

E' iniziata una serie di appostamenti su un insolito via vai di persone: è stato così individuato il box sospetto e la locataria dello stesso. Nel suo appartamento sono state rinvenute le chiavi della saracinesca del garage. Come avevano previsto, i militari dell'Arma vi hanno trovato tre borsoni contenenti complessivi 53,400 kg. di marijuana. La droga era stata divisa in 24 involucri termosaldati e nei pressi trovati i sistemi per il confezionamento. Le dosi variavano da panetti di 250 grammi fino a un chilo, in base alle richieste del mercato. I militari si sono convinti che nel box venisse preparato e successivamente smerciato il prodotto; è stata tratta in arresto la 48enne S.C.S.I, domiciliata a Montesilvano e trasferita, su disposizione del sostituto procuratore di turno, Fabiana Rapino, nel carcere femminile di Teramo.

Non è stato risparmiato il compagno della donna tale E.F., 55 anni, assente al momento dell'operazione: è stato denunciato per lo stesso reato. Dopo l'udienza di convalida di ieri mattina è finito anche lui in carcere. Intanto i carabinieri proseguono nelle indagini, per individuare la provenienza ed i canali di distribuzione dell'ingente quantità di sostanze sequestrate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA