Mafia nigeriana in Abruzzo: spuntano i raggiri sui social. Donne sposate in cambio di danaro e truffate

Mafia nigeriana in Abruzzo: spuntano i raggiri sui social. Donne sposate in cambio di danaro e truffate
1 Minuto di Lettura

Indagini sulla mafia nigeriana in Abruzzo, dopo gli arresti. Oltre ad innumerevoli raggiri ai danni di catene multinazionali di vendite di materiale elettronico, di compagnie aeree per far spostare gli uomini della consorteria criminale, la banda, capo in primis non avrebbe disdegnato di mettere in atto le cosiddette truffe sentimentali.

Numerose quelle attuate dagli arrestati nei riguardi di donne che una volta conosciute sui social cadevano nelle lusinghe del truffatore di turno, accettando proposte di matrimonio, pagando nel frattempo molti denari sotto forma di prestito o di aiuto per un imprevisto. Difficile quantificare il giro mafioso della banda: le carte della Dda dell’Aquila, raccontano un lavoro davvero imponente svolto: 200 mila conversazioni, 300 mila messaggi e 200 chat monitorate.

Mercoledì 28 Aprile 2021, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA