Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'assicurazione non paga, botte e minacce a una donna: «Tira fuori seimila euro». Arrestata coppia di ventenni

L'assicurazione non paga, botte e minacce a una donna: «Tira fuori seimila euro». Arrestata coppia di ventenni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Marzo 2022, 11:01 - Ultimo aggiornamento: 11:04

Botte e minacce a una donna per recuperare i soldi che si erano messi in testa di avere dall'assicurazione dopo un incidente. Ma secondo la ricostruzione della donna, fatta davanti ai periti dell'assicurazione, quel sinistro non aveva procurato danni a terzi e ai due ragazzi non andava liquidato nulla. Per questo la coppia - un uomo e una donna di 20 anni - ha minacciato e picchiato la vittima al fine di ottenere  6.000 euro. I due ventenni sono stati arrestati.

Scontro Asse attrezzato: due donne ferite

La Polizia Stradale di Chieti e il Distaccamento di Lanciano hanno eseguito un’ordinanza di custodia agli arresti domiciliari che il gip, su richiesta della procura di Lanciano che ha coordinato le indagini, ha emesso nei confronti di un uomo e di una donna, entrambi ventenni, per estorsione, minacce e percosse. I fatti risalgono a novembre 2021 in seguito di un incidente stradale verificatosi a Chieti. Sulla base delle dichiarazioni della vittima sulla ricostruzione del sinistro, la compagnia assicurativa non aveva riconosciuto nessun risarcimento ai due ventenni si sono voluti vendicare con presunte azioni violente e ritorsive per recuperare dalla donna l’equivalente del danno che ritenevano di aver subito dal sinistro.

Fabio Oggioni, morto ex arbitro investito da un carro attrezzi all'alba a Guardiagrele (Chieti): aveva 53 anni

La Polizia Stradale ha condotto indagini acquisendo elementi di responsabilità nei confronti dei due. E' stato documentato che i due hanno atteso la  donna all’uscita del posto di lavoro e  dopo averla minacciata e percossa, le avevano intimato di consegnare 6.000 euro, quale compenso del mancato indennizzo da parte della compagnia assicurativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA