Lanciano, rapine in serie: scattano due arresti. Sono abruzzesi

Lanciano, rapine in serie: scattano due arresti
di Walter Berghella
2 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Gennaio 2022, 08:22

LANCIANO In due precedenti colpi andati a segno il rapinatore seriale a mano armata alla tabaccheria di Santa Maria Imbaro e alla paninoteca Ai Viali da Rocco, a Piazzano di Atessa, indossava sempre guanti rossi e tuta nera con cappuccio, mentre il suo complice, il palo in attesa, lo aspettava a bordo di una Fiat Punto ammaccata sulla carrozzeria e con fanale non funzionante e di colore canna da zucchero, nuance poco usuale. Indizi sui cui avevano lavorato dal giorno dell'Epifania i carabinieri di Atessa che gli stavano addosso, pedinandoli.

Della Punto non si vedeva la targa, colpa dell'assenza di telecamere pubbliche, ma tutti gli altri indizi avevano messo i militari sagrini da giorni alle calcagna dei malviventi che dopo il fallito colpo, con le medesime modalità al notissimo panificio Susi di Fossacesia, venerdì sera, sono stati bloccati ed incastrati subito dopo la repentina fuga, respinti a brutto muso dai titolari. Certi di un nuovo colpo in preparazione i carabinieri di Atessa gli stavano comunque addosso.

Con l'accusa di rapina e tentata rapina a mano armata sono finiti agli arresti, rinchiusi al carcere di Pesaro, i lancianesi Giannicola Bada, 38 anni, originario di Paglieta, e Maurizio Rapino, 56 anni. Dall'11 dicembre ad oggi 7 i colpi perpetrati a Lanciano e comprensorio; 5 andati a buon fine con 3 mila euro di bottino totale, e 3 falliti, anche a una donna di Lanciano che andava a spasso col cane, minuti dopo che fallì l'assalto al bar - tabaccheria Micolucci, in viale Cappuccini. Dal 3 gennaio ben sei i locali pubblici presi di mira. I raid delinquenziali gli indagati dovranno spiegarli stamani al gip Massimo Canosa nell'interrogatorio di garanzia, fissato alle 9.30 al tribunale di Lanciano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA