Incendia un ristorante ma viene avvolto dalle fiamme: gravissimo

Incendia un ristorante ma viene avvolto dalle fiamme: gravissimo
di Marcello Ianni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Agosto 2022, 08:44

Accecato dall'odio ha deciso di farsi giustizia da solo: ha appiccato il fuoco al locale, ma le fiamme lo hanno avvolto e ora lotta per la vita all'ospedale Sant'Eugenio di Roma dopo essere stato trasferito d'urgenza con un elicottero del 118. Notte movimentata per vigili del fuoco e carabinieri dell'Aquila per spegnere l'incendio che ha devastato l'osteria Due Ladroni, ex Vecchio Mulino a San Vittorino, a poca distanza dalla Scuola Edile, adibita sotto emergenza Covid-19 anche a centro vaccinale.

Ad essere colpita l'attività di Stefano Mazzetta di 59 anni, noto e stimato ristoratore, attività ereditata dai suoi genitori, in passato anche gestori del bar Del Corso. Al momento ignoti i motivi che hanno portato un aquilano di 60 anni a quanto pare con piccoli precedenti di polizia (al momento le sue generalità non sono state fornite) ad appiccare il fuoco in più punti del locale. Quando i vigili del fuoco sono intervenuti dopo aver ricevuto una serie di segnalazioni da parte di cittadini residenti nelle vicinanze, altri di passaggio, hanno rinvenuto a terra anche il 60enne rimasto gravemente ustionato a quanto pare dall'utilizzo di liquidi infiammabili.

Sul posto sono intervenuti anche gli operatori del 118 ed i carabinieri della Compagnia per soccorrere il ferito ed avviare gli accertamenti del caso. Considerate le gravi condizioni di salute dell'uomo, i medici del Pronto soccorso hanno disposto il suo trasferimento ad un ospedale più attrezzato per la cura delle ustioni. Con un elicottero il ferito è stato trasferito al Sant'Eugenio di Roma, luogo nel quale è tutt'ora ricoverato in gravi condizioni. Ingenti i danni provocati a seguito del rogo. Le operazioni di spegnimento sono andate avanti tutta la notte. Il sostituto procuratore della Repubblica, Roberta D'Avolio ha intanto indagato provvisoriamente il ferito per danneggiamento a seguito di incendio. Bisognerà capire (anche ascoltando evidentemente la parte offesa) come mai un uomo si sia spinto a tal punto da mettere in pericolo la propria vita o comunque nel compiere un gesto che non trova molti casi analoghi in città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA