ROMA

Il romano Andrea Muzii campione del mondo della memoria in Cina

Mercoledì 4 Dicembre 2019 di Rosalba Emiliozzi
Andrea Muzii, romano, campione del mondo della memoria in Cina
Campione mondiale della memoria. Il romano Andrea Muzii è il numero uno tra i “mental athletes”, gli atleti mentali, cioè coloro che ricordano tutto e in quantità gigantesche. Andrea, 20 anni, studente della facoltà di Medicina alla Sapienza di Roma, ha vinto il titolo in Cina, dove si sono tenuti i campionati del mondo. «Parto oggi per l’Italia - dice al telefono Andrea che vive a Roma con i genitori pescaresi - Sono abbastanza stanco ma felice. Non riesco a credere di averlo fatto». Un sogno che si avvera, diventare campione del mondo della memoria dopo aver vinto gli Europei in Svezia a novembre e essere detentore di otto record nazionali. Era prevedibile un traguardo del genere? «Prevedibile no, ma avevo buone possibilità - dice - mi sono allenato molto per questo risultato, avevo davanti atleti molto forti, come i campioni della Mongolia». Che si sono piazzati secondi e terzi. 

Andrea ha battuti tutti - era 150 in gara - affrontando dieci discipline, in due delle quali, spiega, «ho fatto il record mondiale, cioè più di 35 mazzi di carte memorizzati in un’ora e 572 numeri in 5 minuti, e in altre due ho fatto il record europeo con 139 date memorizzate in 5 minuti e 3003 numeri in un’ora». Un Superman della memoria che in queste ore in Cina sta vivendo sulla sua pelle cosa significa la censura. «Qui non si può usare nessun social network, sono tutti bloccati a meno che non si usi un programma che però è illegale» dice. La pagina Facebook di Andrea riporta la storica vittoria. Sotto tanti like e commenti entusiasti. «Congratulazioni Andrea, hai coronato nel modo migliore questo incredibile anno in cui hai compiuto imprese mnemoniche stratosferiche - scrive un amico - E adesso sei davvero il Campionissimo, il primo e unico italiano capace di raggiungere la vetta del Memory sports».
 
Andrea non può interagire con la sua pagina Facebook, ma sa che dall’Italia sta arrivando una pioggia di affetto e complimenti. E anche tante proposte di partecipare a trasmissioni radio e tv perché, come conferma il diretto interesso, è «il primo e unico italiano» ad aver vinto questo titolo. La sua impresa avrà grande eco, ma 
Andrea - lo dice a chiare lettere - nonostante il successo continuerà a seguire la tradizione di famiglia, studiare Medicina con l’intenzione di specializzarsi in Chirurgia. I Muzii hanno fatto la storia di Pescara. Hanno dato il nome a una via, una piazza, un palazzo, una chiesa e due sindaci - Leopoldo e Mario - hanno amministrato la città. A Pescara vive il nonno Giovanni  Muzii, 85 anni, e Andrea viene in vacanza al mare sul litorale pescarese. Il bisnonno-sindaco Mario era radiologo, come nonno Giovanni, radiologo in pensione, mentre papà Ludovico è professore ordinario di Ginecologia alla Sapienza di Roma. Andrea vive nella Capitale e accanto agli studi proseguirà la sua passione per le gare di memoria, vuole parteciapre alle Memoriadi nel 2020, cioè le Olimpiadi dei campioni di memoria, e ha intenzione di creare un corso online per insegnare a sviluppare la funzione mnemonica. Buono per tutti, adulti che fanno fatica a ricordare e studenti alle prese con esami.  Ultimo aggiornamento: 13:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma