Accademia di Belle Arti: le sinergie con il settore privato del territorio aquilano

Todd Thomas Brown
di Sabrina Giangrande
2 Minuti di Lettura

L'AQUILA «L’obiettivo è quello della promozione dell’arte in tutte le sue forme, indirizzato ad accompagnare, in questa fase di ripartenza, due settori messi a dura prova da questa disastrosa pandemia». Collaborazione e sinergia territoriale è il binomio attraverso il quale l’Accademia di belle arti dell’Aquila intende continuare il proprio operato. Un primo stage formativo per tre studenti del corso di grafica presso la “Gliubich Casa d’Aste” dell’Aquila è iniziato ieri. «I tre giovani, - si legge in una nota-  sotto la guida del team di esperti della start up della “Casa d’Aste”, potranno partecipare alla realizzazione del catalogo digitale in previsione della prima asta di arte moderna e contemporanea che si terrà a giugno. In particolare si occuperanno della catalogazione e della campagna fotografica (coordinata dal fotografo Roberto Grillo) delle opere d’arte che verranno battute all’asta».


“L’Accademia all’opera”, restando sul filone collaborazioni, è il progetto tra l’Accademia di belle arti e altra realtà privata del territorio. «In questo caso si tratta- prosegue la nota- di una sinergia con “L’Opera-Ristorante”. Un percorso che nasce dalla volontà dello chef-titolare Jones Bargoni di interagire con una realtà istituzionale del territorio che si occupa peculiarmente di Arti visive».


Il primo a esporre sarà l’allievo americano Todd Thomas Brown, artista interdisciplinare che frequenta il corso libero di pittura tenuto da Stefano Ianni, docente e coordinatore del progetto.


Da oggi, partirà l’ultimo mese di programmazione di “Abaq Live” con le conferenze tenute in diretta su www.abaq.it, (riascoltabili sul canale YouTube) dai docenti dell’accademia, Rocchetti, Manganaro, Bellucci e Di Cecco. Si parte mercoledì alle 10 con la conferenza dal titolo “Dalla parte dei personaggi, una lezione sul fumetto di Maicol & Mirco”; l’11 maggio alle 16 “Pratiche artistiche e ripensamento del concetto di economia”; il 20 maggio “Una stamperia romana: 2Rc tra sperimentazione e innovazione” e per finire il 26 maggio alle 16 “Dialoghi d’archivio”.
Sabrina Giangrande

Mercoledì 5 Maggio 2021, 15:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA