Notte Rossa contro il femminicidio
12 storie per dire no alla violenza

Domenica 13 Ottobre 2013 di Laura Bogliolo
La locandina dell'evento
"Storie di donne morte ammazzate", una raccolta di dodici storie vere di violenza domestica, per sensibilizzare sul tema del femminicidio.



Sbarca a Roma, per la prima volta, la Notte Rossa, una serata per ricordare le vittime di aggressioni, una serata per dire no al femminicidio. La serata, ideata da Betta Cianchini e promossa e organizzata dall’Associazione Punto D, si svolge in contemporanea in altre città italiane (Napoli, Cosenza, Caserta, Rieti, Udine, Milano) ma anche a New York e Los Angeles.



A ospitare l'evento domenica 13 ottobre a partire dalle 22, il teatro Spazio Zero di via Locri 42/44, zona San Giovanni. Si tratta di una vera maratona di spettacoli e performance su dodici storie di donne vittime di violenza maschile.



Una serata dedicata anche agli uomini, dicono le donne della "notte rossa", per cercare di comunicare con quei “violenti” che sono stati prima di tutto figli, fratelli, alunni. "E' l’educazione che arriva dalla famiglia, dalla scuola, dalle istituzioni a determinare la differenza" dicono le organizzatrici.



Un blitz artistico di denuncia al quale partecipano tra le altre Francesca Koch (Casa Internazionale delle Donne di Roma), Donatina Persichetti (Presidente Consulta femminile del Lazio), Marta Bonafoni (Gruppo per il Lazio) che rilancia con «forza l'idea delle organizzatrici della Notte rossa di dover lavorare sulla cultura, l'educazione e il coinvolgimento di tutti per contrastare la violenza di genere e il femminici». Ultimo aggiornamento: 20:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il basket in carrozzina rende giovani e tenaci

di Mimmo Ferretti