Casilino, guerra della disperazione fra clochard: un uomo picchiato a sangue, è in gravi condizioni

Giovedì 15 Maggio 2014 di Marco De Risi
4
Un’altra vittima della guerra fra emarginati che si consuma, ormai quasi all’ordine del giorno, nelle periferie e nelle zone centrali della città. Una battaglia fra poveri che oggi pomeriggio ha visto finire in ospedale un uomo senza fissa dimora di 54 anni, romeno, che è in gravi condizioni. L’uomo è ricoverato al policlinico di Tor Vergata in prognosi riservata a causa di un trauma cranico e ferite in diverse parti del corpo.



E’ la polizia ad occuparsi dell’aggressione: sono ricercati due connazionali del ”clochard”, anche loro senza un lavoro nè una casa. Il feroce pestaggio ha come motivo la spartizione di un giaciglio ed è avvenuto nelle prime ore del pomeriggio su un tratto di via di Tenuta di Torrenova, al Casilino. Passanti e automobilisti hanno assistito alle fasi del ferimento.



Sono stati loro a chiamare i soccorsi. Sembra che uno dei due stranieri abbia picchiato il romeno anche con una stampella. Un’ambulanza del 118 ha soccorso l’uomo, insanguinato e svenuto. Al pronto soccorso è entrato in codice rosso.



Gli equipaggi delle volanti hanno perlustrato la zona ma, almeno per ora, i fuggitivi sono riusciti a far perdere le tracce. Intanto aumenta l’emergenza per le aggressioni di sbandati che si consumano in vari quadranti della città. Tre giorni fa c’è stata una rissa davanti a un bar di Centocelle.



Ma anche i residenti dell’Esquilino, del Pigneto e di altre zone di Roma denunciano alle forze dell’ordine il degrado quotidiano dovuto alla presenza di stranieri che si ubriacano o spacciano droga per poi picchiarsi in strada a qualunque ora del giorno e della notte. Ultimo aggiornamento: 20:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA