Rubavano farmaci tumorali negli ospedali: 9 fermi. Un giro d'affari da 6 milioni

Martedì 24 Febbraio 2015
Nove decreti di fermo di indiziati di delitto sono in corso di esecuzione, tra le province di Napoli, Bari e Firenze, nell'ambito di un'indagine dei carabinieri di Siena su furti di costosi medicinali, destinati prevalentemente alla cura di malattie tumorali e reumatiche, ai danni di aziende farmaceutiche e ospedali pubblici. Il valore dei farmaci rubati è di 6 mln di euro. I furti, 18 in totale quelli finiti all'attenzione degli investigatori, sono avvenuti tra dicembre 2013 e gennaio scorso nelle province di Siena, Arezzo, L'Aquila, Bari, Caserta, Avellino, Benevento, Lecce, Bologna, Rimini, Mantova e Torino.



Le indagini, coordinate dalla procura di Siena e durate oltre un anno, avrebbero portato all'individuazione di autori e mandanti dei colpi. Il gruppo avrebbe avuto basi operative e logistiche a Napoli e in provincia di Bari. Maggiori dettagli saranno forniti in una conferenza stampa convocata per le 12 al comando provinciale dei carabinieri di Siena.
Ultimo aggiornamento: 19:27