Furti in due supermercati, tre rom arrestati e subito rimessi in libertà

Polizia
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 06:50

Tentano un furto in due supermercati del capoluogo, arrestati e subito rimessi in libertà tre rom. Si tratta di due donne e un uomo, tutti ventenni residenti a Roma, che lunedì sera avrebbero fatto spesa senza pagare prima al Sigma, poi al Risparmio Casa di Viterbo.

Ad acciuffarli con la merce ancora “calda” gli agenti della polizia. I tre, stando a quanto ricostruito, avrebbero asportato merce per 1.500 euro. Prevalentemente generi di prima necessità e prodotti per la persona come detergenti e detersivi. L’arresto è avvenuto nel parcheggio del Risparmio Casa sulla Cassia Nord.

Gli agenti della Questura, allertati dalla sicurezza del negozio di prodotti per l’igiene, avrebbero trovato i tre ventenni nel parcheggio con le buste piene di prodotti già caricate in auto. Non sarebbe la prima volta che i tre tentavano un colpo del genere. Due di loro, in particolare, erano già sottoposti a misure cautelari per analoghi precedenti.

Ieri mattina gli indagati sono comparsi davanti al giudice Francesco Rigato per la convalida dell’arresto. E dopo 12 ore di camera di sicurezza il giudice ha concesso loro la misura dell’obbligo di residenza nel comune di Roma, per cui somo tornati liberi. Non convalidato quindi l’arresto per il furto al Risparmio Casa, in quanto non avvenuto in flagranza di reato.

La merce sarebbe stata trovata solo dopo averla sottratta,all’interno della loro autovettura. I tre sono quindi tornati nella Capitale dove dovranno restare - come sarebbe dovuto essere già per le altre volte - senza poter valicare i confini. Tutti i prodotti trafugati sono stati restituiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA