ROMA

Rifiuti a Viterbo, in discarica oltre il doppio del normale. Ecologia Viterbo: «Serviranno gli straordinari»

Domenica 4 Aprile 2021 di Massimo Chiaravalli
Rifiuti a Viterbo, in discarica oltre il doppio del normale. Ecologia Viterbo: «Serviranno gli straordinari»

Una mole di rifiuti da buttare in discarica di oltre il doppio rispetto alla norma: alle 200 consuete di Viterbo e Rieti, se ne aggiungono le 300 e passa da Roma, Frosinone e Latina. E chi materialmente le riceve, la Ecologia Viterbo, deve organizzare turni di lavoro più lunghi. Lo impone l’ordinanza della Regione e lo conferma l’amministratore delegato della società, Pierpaolo Lombardi «Ci stiamo organizzando per gli straordinari: i nostri operai non è che siano proprio contenti, ma non possiamo tirarci indietro».

Come accogliete l’ordinanza del presidente Nicola Zingaretti? «Noi siamo operatori del settore – dice Lombardi - ed essendo questo un servizio pubblico cerchiamo di gestirlo al meglio, secondo le indicazioni che ci sono state fornite. Siamo al servizio del ciclo integrato dei rifiuti e seguiamo le disposizioni della programmazione regionale». La mole di nuovi arrivi è sostenibile per l’impianto, «anche se un minimo di fastidio ce lo dà, perché dobbiamo organizzarci per un quantitativo di rifiuti che normalmente non accettiamo. Però la società è ben strutturata e ci stiamo organizzando in maniera tale da sopperire a questa esigenza».

In genere il quantitativo in arrivo è molto inferiore. «Normalmente accettiamo unicamente i rifiuti al trattamento meccanico e biologico – continua - poi dopo averli trattati giungono in discarica. Questo quantitativo che va di solito in discarica è nell’ordine delle 200 tonnellate al giorno». Considerando che le 300 nuove si presentano già lavorate e pronte per finire a Le Fornaci, adesso ce ne vanno ben oltre il doppio? «Esatto».

L’ordinanza parla anche di aumentare i turni di lavoro nei festivi e prefestivi, questo può creare problemi? «Abbiamo allungato l’orario – spiega l’ad di Ecologia Viterbo - stiamo facendo gli straordinari per sopperire all’emergenza. I nostri operai non è che siano contenti di questa situazione, ma non possiamo tirarci indietro. Ci siamo organizzati e cerchiamo di fare bene il lavoro, come abbiamo sempre fatto».

Ultimo punto le tariffe: vanno applicate quelle in vigore a Roccasecca: meglio o peggio? «Questo ancora non lo sappiamo. Non avendo la tariffa per conferire direttamente in discarica – conclude Lombardi - potremo dire solamente a consuntivo se la tariffa di Roccasecca sarà sufficiente per coprire i costi. Comunque hanno previsto un conguaglio, pertanto se non sarà sufficiente, gli attuali utenti dovranno procedere a pagarlo. Se invece sarà in eccedenza, saremo noi a restituire delle somme. In ogni caso nulla sarà a carico dei cittadini delle province di Viterbo e Rieti, ma di chi viene a conferire».

Ultimo aggiornamento: 18:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA