Montefiascone, si è dimessa l'assessore all'ambiente Rita Chiatti: «Basta attacchi sessisti»

Sabato 4 Luglio 2020 di Ugo Baldi
Terremoto politico a Montefiscone. L'assesore Rita Chiatti (Forza Italia)  ha rassegnato le dimissioni da assessore all'ambiente. 
Le motivazioni le ha spiegate in una lettera: «Per quattro anni ho lavorato duramente all'interno di un gruppo nel quale mi sono riconosciuta. Il principio che ha ispirato i miei comportamenti è stato quella della legalità. Non ho mai pensato di dover occupare una sedia stando con le mani in mano. Purtroppo, negli ultimi mesi, le mani in mano le ho dovuto tenere, per forza. Sono stata presa di mira da quegli amici che ho sempre difeso e con cui avevo intrapreso questo percorso; le ultime settimane sono stata trattata come una emarginata, sembravo l'assessore con la peste. Tutto è coinciso, stranamente, con la gara d'appalto servizio dei rifiuti. La mia moralità non mi permette di stare all'interno di un gruppo che non ha più stima della sottoscritta. Un gruppo nel quale non mi riconosco più, lo dico con dolore e la vivo come una sconfitta».
«Due giorni fa, - continua Chiatti - un mio (ex) collega di giunta mi ha sferrato diversi attacchi pubblici (via WhatsApp nella chat degli amministratori) personali e di stampo sessista per poi bannarmi dalla chat stessa; in quel momento ho capito che la mia esperienza era volta al termine. Anche perché da quelle frasi becere nessuno dei membri dell'amministrazione ha inteso prendere una posizione. Ho una dignità e dei principi che vanno sopra a questi atteggiamenti immaturi e stupidi. Il mio impegno continuerà, come e più di prima. Il mio impegno politico in Forza Italia rimarrà tale».  © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche