Montefiascone, gli Etruschi a tavola ospiti della Commenda

Montefiascone, gli Etruschi a tavola ospiti della Commenda
1 Minuto di Lettura
L’argomento che Paolo Giannini illustrerŗ in occasione dell' incontro culturale-gastronomico di venerdž all’antico borgo “la Commenda” di Montefiascone riguarder√† l’arte, la religione e la cultura degli Etruschi, un popolo che, comparso in Italia centrale verso la fine del X secolo a.C., si estinse nel I secolo a.C.



Ingegnosi e laboriosi, gli Etruschi, seppero sfruttare la fertilità del suolo e i ricchi giacimenti metalliferi delle loro terre ma le loro città, anche se accumunate nella lingua e nella religione, erano completamente autonome e indipendenti e ciò le rese facile preda dei conquistatori Romani.



Questa civilt√† durata un millennio ci ha lasciato un patrimonio inestimabile; non solo intere necropoli e reperti che arricchiscono i musei di tutto il mondo ma, come nel caso di Acquarossa, un autentico abitato etrusco che intorno agli anni 70’ fu portato alla luce dagli scavi del re Gustavo Adolfo VI di Svezia.



Anche la solitaria e misteriosa “piramide” nei boschi prospicienti la valle del Tevere nei pressi di Bomarzo e il nascosto tempietto di Demetra in

località Pietrare ai confini del comune di Vetralla, sono testimonianze di questo affascinante e misterioso popolo.



Si tratta di tre luoghi diversi, tre periodi storici uniti insieme nella Tuscia, una terra.

“fecondata” dal pensiero, dal lavoro e dall’ arte degli Etruschi. Tutto ci√≤ sar√† raccontato, anche attraverso la presentazione d’immagini inedite, dal prof. Paolo Giannini venerd√¨ prossimo agli ospiti di “ la Commenda”.
Giovedì 18 Settembre 2014, 17:59 - Ultimo aggiornamento: 18:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA