L'affaire biblioteca, la Guardia di finanza in Comune: sequestrati altri documenti

Mercoledì 22 Gennaio 2020
Affaire biblioteca, visita della Guardia di finanza negli uffici comunali di Civita Castellana.

Le fiamme gialle si sono presentate in municicipio ieri mattina, chiedono materiale che poi è stato portato via. Nel mirino degli agenti una serie di documenti (delibere e determine), recuperati sia dalla sede centrale di piazza di Matteotti e sia nei locali di corso Bruno Buozzi, dove sono presenti gli uffici dell'assessorato alla Cultura. Il materiale sotto osservazione, finito all'interno di numerose cartelle, riguarda soltanto la gestione della biblioteca comunale.

Gli uomini della Guardia di finanza si sono intrattenuti negli uffici comunali a lungo, fino alle ore 15, ovvero per più di quattro ore passando al setaccio molti atti amministrativi. Sarebbero state raccolta anche una serie di informazioni sulla vicenda della biblioteca tra il personale stesso, che ieri era presente al lavoro.
Il prelievo di documenti lascia intendere che stanno proseguendo spedite le indagini sul caso, dopo la denuncia presentata alla Procura della Repubblica del capoluogo dalla minoranza (Pd, Forza Italia e Rifondazione) un paio di mesi fa.

L'opposizione che aveva puntato l'indice sulla giunta comunale, dopo aver scoperto che era stata affidata la gestione del personale della struttura a una cooperativa viterbese (che si è poi ritirata) su indicazione di un assessorato, senza bando o altra selezione. Tanto che al termine di un consiglio comunale dedicato all'argomento, l'opposizione aveva ribadito che in quell'affidamento c'erano «troppe opacità e troppe situazioni che non convincono». Da qui la denuncia alla magistratura». Anche il prefetto abveva chiesto informazioni.

La magistratura si è mossa in maniera veloce per fare chiarezza. Attraverso la Finanza sono stati ascoltati un funzionario comunale e qualche altro dipendente. Poi ieri mattina ha effettuato il blitz, che ha gelato assessori, consiglieri comunali e il sindaco Franco Caprioli. Tutti i componenti della maggioranza non si aspettavano una visita così ravvicinata e sono rimasti spiazzati. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma