Trilussa, il poeta romano raccontato da una tovaglia

Il castello di Vulci
di Carlo Maria Ponzi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Agosto 2021, 06:20

Una manciata di spettacoli, tra musica e prosa, vivacizza la settimana post Ferragosto.

Nel Parco naturalistico-archeologico di Vulci (venerdì, ore 21) il concerto Etruschiin jazz, un progetto originale di musica jazz di Marco Guidolotti, grazie a un repertorio dedicato alla sua terra di origine e provenienza: l’Etruria. Dopo molteplici studi musicali (dapprima il sassofono, quindi il clarinetto), ricerche musicologiche ed iconografiche, l’artista ha sempre cercato di ricreare, tramite uno stile di composizione del tutto originale, un impasto sonoro che tende a scrutare gli ambiti misteriosi e trascendenti, enigmatici ed introversi degli etruschi. Con lui sul palco, Francesco Pierotti al contrabbasso, Valerio Vantaggio alla batteria e Enrico Zanisi al pianoforte.

Dalla costa si passa ai Monti Cimini dove, sempre venerdì,  la rassegna culturale “I viaggi dell’arte dell’estate di Roniglione” (ore 21, parco pubblico comunale), ospita l’attore e regista Marco Falaguasta in  “Neanche il tempo di piacersi”: satira divertente e impietosa della nostra società, dei nostri costumi e dei rinnovati linguaggi, dai quali gli adulti sono sempre più spesso tagliati fuori. Sabato, alle 21, la rassegna dedica la serata dedicata a Dante Alighieri uno spettacolo interpretato da Agnese Ciaffei, Giacomo De Rose, Carlo Ricci, Carlotta Sfolgori: in scena “Versus Dante”, una discesa in dieci tappe nella Commedia dantesca (tre dal Paradiso, tre dal Purgatorio e tre dall’Inferno, oltre all’Epilogo) dove Dante, guidato da Virgilio, incontra Beatrice, San Pietro, Casella, Francesca e Capaneo. .  

Sempre sabato, a Caprarola prosegue il Festival Di voci e Di suoni, (Giardino del teatro don Paolo Stefani, ore 21,30) con lo spettacolo di Ariele Vincenti “La tovaglia di Trilussa”. E’la storia della vita del poeta romano (1871-1950), la sua disincantata ironia, i suoi amori incostanti, il suo vivere sopra le righe, il suo rapporto col potere: uno spettacolo che restituisce al pubblico il giusto ricordo umano di Trilussa e la giocosa maschera del poeta che è stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA