Covid, nella Tuscia 276 casi in più in una settimana: il totale di positivi è di 1.148

Vaccini in corso
di Renato Vigna
2 Minuti di Lettura
Domenica 28 Novembre 2021, 05:55 - Ultimo aggiornamento: 17:05

Sono 1.148 i positivi totali nella Tuscia. Nonostante ieri, per la prima volta da giorni, il totale dei guariti sia stato superiore a quello dei nuovi casi (80 contro 72), la settimana appena trascorsa si chiude con un bilancio pesante sul fronte della pandemia: sabato scorso erano 872 i contagiati e 15 i ricoverati. I dati aggiornati a ieri parlano invece di 276 casi in più e di 18 contagiati. 

Rispetto alle fasce d’età coinvolte, nell’ultimo bollettino i minori sono 14 su 72, percentuale in calo rispetto ai giorni scorsi. Gli under12 che in queste settimane è stata particolarmente colpita dal virus sono 12, nati tra il 2007 e il 2019. Il contagiato più anziano ha invece 90 anni. A Ischia di Castro, oggetto in questi giorni di un cluster all’interno della scuola elementare e media, i 2 contagiati di ieri sono studenti. A Montalto di Castro, i 7 positivi sono invece tutti appartenenti a 2 nuclei famigliari. A Vetralla, 8 contagiati di cui 2 ragazzi.

Per quanto riguarda la distribuzione geografica, gli ultimi casi sono così concentrati: 12 a Viterbo, 8 a Vetralla, 7 come detto a Montalto di Castro, 4 a Farnese e Montefiascone, 3 a Grotte di Castro, Monterosi e Nepi, 2 ad Acquapendente, Civita Castellana, Graffignano, Ischia di Castro, Ronciglione, Tarquinia e Vasanello, uno a Bomarzo, Caprarola, Corchiano,  Fabrica di Roma, Gradoli, Marta, Oriolo Romano, Orte, Piansano, Sutri, Tuscania, Valentano, Villa San Giovanni in Tuscia, Vitorchiano. Restano salvi dal contagio appena 3 comuni su 60 della provincia: Cellere, Civitella d’Agliano e Proceno. Prosegue la corsa ai tamponi: dall’inizio dell’emergenza, nella provincia di Viterbo ne sono stati effettuati 220.553 tamponi, 435 nelle ultime 24 ore.

Continua la battaglia dei sindaci affinché le regole vengano rispettate. Tutte le pagine social dei Comuni stanno diffondendo le nuove regole introdotte dal Governo per fermare la quarta ondata del virus, dal super green pass alle modalità per accedere alle terze dosi. Ma si ripetono anche gli appelli: “Questo aumento di contagi deve, con ancora maggiore attenzione, farci rispettare le norme di prevenzione: mascherina al chiuso, evitare assembramenti e là dove non è possibile indossare la mascherina, lavarsi spesso le mani ed evitare qualsiasi comportamento che possa mettere a rischio la salute di tutti. Ma, soprattutto, vaccinarsi”, fa sapere il Comune di Graffignano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA