Covid, nel Viterbese solo 6 comuni ancora senza contagi: ecco dove il virus colpisce di più

Vaccini in preparazione
di Federica Lupino
3 Minuti di Lettura
Sabato 20 Novembre 2021, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 21 Novembre, 00:25

Più piccolo è più sicuro. A leggere la mappa del contagio nel Viterbese sembrerebbe proprio questa la ricetta che, in quella che oramai gli esperti definiscono la quarta ondata della pandemia, porta appena sei comuni della provincia su un totale di 60 ad essere ancora Covid-free. Nemmeno un caso, per ora, viene registrato a Cellere, Civitella d’Agliano, Lubriano. Proceno, Tessessano e Villa San Giovanni in Tuscia.  Tutti sotto i mille abitanti, tranne Civitella e Villa San Giovanni che li superano ma di poco. 

Per quanto riguarda i restanti 54 comuni, gli 831 attualmente positivi sono così distribuiti: 8 ad Acquapendente; 2 ad Arlena di Castro; 8 a Bagnoregio; uno a Barbarano Romano; 18 a Bassano in Teverina; 12 a Bassano Romano; 2 a Blera; 3 a Bomarzo;7 a Calcata e altrettanti a Canepina; 21 a Canino; 11 a Capranica; 21 a Caprarola; 42 a Carbognano; 8 a Castel Sant’Elisa; 3 a Castiglione in Teverina; 6 a Celleno; 35 a Civita Castellana; uno a Corchiano; 11 a Fabrica di Roma; 13 a Faleria; 7 a Farnese; 8 a Gallese; 2 a Gradoli e a Graffignano; 8 a Grotte di Castro; 3 a Ischia di Castro; 2 a Latera; 8 a Marta; 16 a Montalto di Castro; uno a MOnteromano; 32 a Montefiascone; uno a Monterosi; 31 a Nepi; uno a Onano; 5 a Oriolo Romano; 95 a Orte; 5 a Piansano; 18 a Ronciglione; 17 a Soriano nel Cimino; 7 a Sutri; 63 a Tarquinia; 20 a Tuscania; 4 a Valentano; 2 a Vallerano; 25 a Vasanello; 3 a Vejano; 11 a Vetralla; 12 a Vignanello; 169 a Viterbo e 3 a Vitorchiano.

Per quanto riguarda l’ultimo bollettino diramato dalla Asl, dei 53 nuovi casi scoperti appena 7 riguardano minori. Si tratta di un dato in controtendenza rispetto al trend delle ultime settimane che ha visto il virus coinvolgere in larga misura soprattutto gli under12, quelli che per questioni anagrafiche non sono ancora vaccinabili. Resta che 32 degli ultimi contagiati presentano un link epidemiologico con casi già isolati, spesso all’interno del nucleo famigliare.

Resta alta l’attenzione sui territori, anche da parte dei sindaci. A Faleria l’ultimo appello è alla cooperazione in caso di screening. “Ricordiamo ai cittadini che nonostante la grande collaborazione tra Comune, Asl e medici di base stiamo riscontrando problemi nel ricevere prontamente i risultati dei casi positivi ai tamponi rapidi, soprattutto quelli effettuati nelle farmacie. Per questo – è la raccomandazione - richiediamo la massima attenzione da parte di tutti nel comunicare prontamente all'email covid19@comunedifaleria.it la propria positività a qualsiasi tampone o isolamento fiduciario, riportando un numero telefonico per essere ricontattati. I dati e le informazioni rimarranno ovviamente riservate”.

A Blera, ennesimo caso di positività tra un alunno. “Appena ricevuta la notizia dalla Asl, la classe del ragazzino interessato dal contagio – fanno sapere dal Comune - è stata messa in quarantena. A lui, alla mamma e a tutta la sua famiglia vanno un abbraccio e il nostro augurio di pronta guarigione. Invitiamo tutti, come sempre, a rispettare le regole”. Quest’ultimo è il mantra che tutti gli amministratori vanno ripetendo quotidianamente, di pari passo con l’intensificazione dei controlli sul territorio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA