Covid, ancora casi dopo viaggi in Spagna e a Malta: non si salva nemmeno Viterbo

Minori durante il vaccino a Viterbo
di Federica Lupino
2 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Luglio 2021, 06:35 - Ultimo aggiornamento: 18:24

Cresce l’attenzione intorno ai nuovi casi di Covid-19 nel Viterbese. Soprattutto perché inizia a farsi sentire l’effetto boomerang delle vacanze all’estero. Ieri la Asl ha infatti comunicato di aver scoperto altri quattro casi in provincia: tutti, direttamente o no, sono riconducibili alle ferie.

I due nuovi positivi a Castiglione in Teverina sono infatti una sorella minore e un familiare dei ventenni rientrati da Barcellona domenica scorsa. Il positivo di Carbognano è invece ritornato dopo un soggiorno a Malta (“Speriamo sia un caso isolato”, commenta sui social il sindaco Agostino Gasparri), mentre quello del capoluogo ancora una volta era stato in Spagna. Negli ultimi tre giorni sono quindi 8 i positivi riconducibili a viaggi all’estero.

Intanto, nel paese della Teverina il primo cittadino Leonardo Zannini rassicura: “La situazione è sotto controllo. I ragazzi appena rientrati dal viaggio hanno sviluppato alcuni sintomi quali il raffreddore e qualche linea di febbre. Subito, già da lunedì sera, mi hanno informato e si sono messi in isolamento. E immediatamente – racconta – sono scattate le attività di contact tracing della Asl”.

Un intervento che ha consentito di individuare le rete di contatti dei giovani: diversi i tamponi eseguiti dei quali, al momento, solo i due di ieri sono risultati positivi. “Devo pubblicamente ringraziare le famiglie – continua Zannini – che diligentemente si sono messe in auto-isolamento. Un nucleo si è addirittura diviso in due distinte abitazioni per evitare di contagiarsi”. I positivi sinora scoperti – tranne la minore – hanno effettuato solo la prima dose del vaccino e ora stanno tutti bene.

Sul fronte dei vaccini, intanto, ieri la Asl ha concluso l’immunizzazione con la seconda dose di Pfizer dei ragazzi tra i 12 e i 16 anni che avevano partecipato agli open day di giugno, poco più di 1.600. Giornata record anche quella di sabato con oltre 3.400 dosi somministrate in tutta la provincia. Sinora nella Tuscia sono state effettuate 282mila inoculazioni (quasi 154mila su donne e 128mila su uomini), mentre il totale degli immunizzati sale a sfiorare i 120mila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA