Alimenti scaduti: maxi sequestro da 18 tonnellate in tutta Italia

EMBED
Nelle ultime due settimane il Nucleo antisofisticazioni dei carabinieri ha sequestrato 18 tonnellate di alimenti scaduti, in cattive condizioni igienico-sanitarie e privi di tracciabilità in tutta Italia. A Foggia, sono state sequestrate 10 tonnellate di materie prime (farine, margarina, ingredienti per dolici, aromi fruttati, granella di nocciola, sciroppi, caramello) utilizzate per la produzione di coni e cialde per gelati, scaduti anche da sette anni, nonché prodotti dolciari pronti per la vendita, tenute all'interno di locali in evidente stato di degrado, con sporco diffuso che ricopriva anche i macchinari e le attrezzature per la produzione. I militari hanno accertato all'interno del sito produttivo la presenza di volatili ed escrementi di animali sul pavimento. Il titolare dell'industria dolciaria, un uomo di 52 anni del posto, è stato denunciato ed è stata disposta l'immediata sospensione della produzione. I carabinieri del Nas di Pescara hanno sequestrato 3 tonnellate di alimenti di origine animale nel corso dei controlli 14 negozi itineranti che stazionano nei mercati delle principali città abruzzesi, contestando decine di sanzioni per mancata tracciabilità degli alimenti e per scarse condizioni igieniche e strutturali. In un mercato della provincia di Teramo, i militari hanno sequestrato un furgone che presentava i piani di appoggio per carni, salumi e formaggi arrugginiti e dello sporco talmente diffuso tra gli scaffali e le attrezzature che ricopriva vistosamente anche gli alimenti. La ruggine aveva raggiunto persino il registratore di cassa e le monete metalliche che si trovavano all'interno.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani