Campeggio in fiamme, quattro bambini morti carbonizzati: orrore in Russia

Una vera e propria tragedia nella regione russa di Khabarovsk. È di quattro bambini morti il bilancio di un incendio che ha devastato un campeggio per ragazzi vicino a Komsomolsk sull'Amur, nell'estremo oriente. Tre piccoli sono morti sul colpo, il quarto in ospedale a causa delle gravi ustioni riportate. Nel campeggio c'erano 189 ragazzini tra i 7 e i 15 anni. Le vittime sono tre bambine e un bambino tra gli 11 e i 13 anni di età, tra cui una bimba che proprio oggi compiva 11 anni. Il governatore regionale, Serghiei Furgal, ha dichiarato che il campeggio non era autorizzato e che «nessuno sapeva» della sua esistenza. Le sue parole sono state criticate dal premier russo Dmitri Medvedev secondo cui le autorità locali non hanno fatto il loro dovere.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri