Completato il nuovo tunnel per salvare il bambino nel pozzo

EMBED
«Sono i migliori, i più qualificati. Minatori abili e veloci in tutti i settori». Così José Ángel Quirós ai microfoni de "El Paìs" che ha raccolto la voce di questo soccorritore di 21 anni che lavora insieme alla Brigada de Salvamento. Il gruppo di otto minatori che sta lavorando da giorni al salvataggio del piccolo Julen, il bambino caduto in un pozzo a 110 metri di profondità a Totalán. Non solo in Spagna ma in tutto il mondo ormai gli occhi sono puntati in questo paese vicino a Malaga. Da poco è stato aperto il tunnel parallelo al luogo dove si trova il bimbo di due anni.

Gli aggiornamenti dalla Spagna

 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti