Mamme e lavoro, avere un figlio ora vale come un master

EMBED
Ogni giorno la sveglia suona presto, in genere anche prima delle sette. E il lavoro inizia subito, ancor prima di aver bevuto il caffè, per poi proseguire senza pause apprezzabili, fino a sera tardi (sempre se il bimbetto non reclama anche di notte). Un genitore è un manager in piena regola che deve gestire un lavoro a tempo pieno carico di funzioni e competenze diverse che non ammette soste prevedibili o programmabili: cucina, compiti, casa, sport, relazioni sociali. Se una madre o un padre riescono a gestire l'azienda famiglia quotidianamente, perché non utilizzare queste stesse abilità anche sul lavoro? E' questa l'idea di base da cui è nato Maam, il nome è l'acronimo di Maternity As A Master's: il programma di formazione digitale per le aziende, dedicato ai neo genitori con figli tra 0 e 3 anni, che li accompagna nei mesi precedenti la nascita, durante il congedo e al rientro al lavoro e li aiuta a far emergere le proprie competenze sviluppate con i figli: perché diventare genitori non va più considerato come un ostacolo per la carriera, ma è una risorsa.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani