Contrabbando sigarette, nel 2018 'andati in fumo' 730 mln di euro. Lo studio di BAT e Intellegit

EMBED
(Agenzia Vista) Roma, 05 dicembre 2019 Contrabbando sigarette, nel 2018 'andati in fumo' 730 mln di euro. Lo studio di BAT e Intellegit "Flussi, rotte e luoghi del contrabbando di sigarette. Le principali caratteristiche dei traffici illeciti diretti in Italia" la presentazione dello studio integrato sul contrabbando di sigarette in Italia realizzato da Intellegit, start-up sulla sicurezza dell'Univerrsità degli Studi di Trento, con il contributo di British American Tobacco (BAT) Italia. All'incontro, moderato dal giornalista del Sole 24ore Marco Ludovico, sono intervenuti la presidente e ad di BAT Italia, Roberta Palazzetti, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, Gabriele Failla, il presidente di Intellegit, Andrea di Nicola, e il senatore Vincenzo Presutto. Dallo studio emerge che il fenomeno del contrabbando di tabacchi è particolarmente radicato in alcune aree del Paese, specialmente al Sud. La città più impattata è Napoli, dove circa 1 pacchetto su 4 è di origine illecita. Al secondo posto Trieste (poco oltre il 20 percento) in virtù della vicinanza con il confine con la Slovenia in cui un pacchetto costa in media 1,25 euro in meno rispetto all'Italia. A seguire Casoria (20 percento), Torre del Greco e Giugliano in Campania. Nel corso dell'evento BAT Italia ha consegnato al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli 5 autovetture, nel quadro del protocollo d'intesa che sancisce una lunga e proficua collaborazione tra BAT e le forze dell'ordine. Un accordo avviato nel 2015 e che al 2021 prevede la donazione complessiva di 35 auto, con l'obiettivo di contribuire fattivamente e potenziare le attività di prevenzione e di contrasto Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani