Torino, mattatoio occupato dagli attivisti

EMBED
Oltre cinquanta attivisti del movimento "269 Libération Animale", provenienti anche da Francia, Svizzera e Belgio, hanno occupato nella notte il mattatoio di Torino. I manifestanti "antispecisti" si sono incatenati all'interno del macello di via Traves: "Vogliamo impedire con i nostri corpi il massacro degli animali" spiegano in una nota. Nicolas Caudron, arrivato dal Belgio, sottolinea: "Tutti gli Stati giocano con lo specismo, con allevamenti e macellazioni. Per questo siamo qui oggi".

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti