Estate 2021 e vacanze in Grecia: aggiornamenti su ingressi e luoghi da scoprire

Estate 2021 e vacanze in Grecia: aggiornamenti su ingressi e luoghi da scoprire
di Francesca Spanò
4 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Luglio 2021, 12:53 - Ultimo aggiornamento: 12:54

La Grecia resta una delle mete europee più amate dagli italiani per una rosa molto vasta di vantaggi che vanno dalla vicinanza con il nostro Paese, alla cucina di tradizione mediterranea, all’ottimo rapporto qualità prezzo fino ad arrivare, ovviamente, ai suoi incredibili paesaggi, al mare e alla cultura millenaria. Quest’anno la tendenza non è cambiata e sono tantissimi coloro che non rinunciano alle isole dall’acqua cristallina o alle location meno note da scoprire, ma quali sono le regole aggiornate per gli ingressi nella destinazione, in quest’epoca di pandemia da Covid-19?

Le novità per l’ingresso in Grecia

Nei giorni scorsi il governo greco ha introdotto due importanti cambiamenti nel processo di controllo sanitario dei turisti in arrivo nel nostro Paese:

1) Riconoscimento dei test rapidi, che permette l'ingresso in Grecia senza ulteriori misure restrittive ai viaggiatori provenienti dall'estero con esito negativo del test rapido (test antigenico).

2) Innalzamento del limite di età per i controlli sui bambini: seguendo le raccomandazioni dell'Unione Europea, i controlli dei certificati necessari all'ingresso nel Paese verranno ora eseguiti sui bambini dai 12 anni in su, invece che dai 6 anni, come è avvenuto in precedenza.

Gli emendamenti sopra riguardano i controlli sui cittadini provenienti da Paesi per i quali è stato liberalizzato il viaggio turistico da e per la Grecia.

Le due modifiche cambiano semplicemente il regime di controllo esistente, che è ancora in vigore e prevede che ogni turista in arrivo, abbia diritto all'ingresso in Grecia con la dimostrazione di:

a) certificato di vaccinazione completa

 b) test PCR negativo o

c) certificato di malattia o diagnosi positiva, valido da 2 a 9 mesi.

In più, da adesso i viaggiatori in Grecia hanno la possibilità di esibire il Certificato Digitale COVID-19 dell'Unione Europea in formato digitale o cartaceo.

Il Green Pass Europeo di cui si parla tanto in questi giorni, serve a facilitare la circolazione libera e in sicurezza dei cittadini dell’EU in questo periodo di pandemia ed è stato introdotto dai Paesi membri dell’Unione Europea. Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito: https://travel.gov.gr/.

Le isole della Grecia meno turistiche: qualche idea

Alonissos

Nel pre-pandemia quest’isola aveva conosciuto una nuova primavera, attirando sempre più visitatori. Tuttavia, resta sicuramente meno nota e affollata delle ben note vicine. Fa parte delle Sporadi Settentrionali e si caratterizza per il suo aspetto selvaggio e carico di verde, tra pinete, ulivi e corbezzoli che sembrano aprirsi su un orizzonte di mare cristallino. Le sue acque sono tra le più pulite della Grecia, essendo Alonissos un parco marino, ma spesso i turisti si fermano a Skopelos e Skiatos. La spiaggia da non perdere è sicuramente Rousoum e una visita la merita anche il villaggio di Votsi.

 

Antiparos

L’atmosfera qui è molto più intima e raffinata di Paros, pur mantenendo lo stile tipico delle Cicladi. Con il borgo tradizionale lastricato e circondato dal mare e il mare cristallino, è un paradiso da vivere a tutte le ore. Le sue spiagge di sabbia dorata, non sono quasi mai affollate a partire da Vathis Volos e Soros. E poi c’è la mitica Grotta di Antiparos traboccante di stalattiti e stalagmiti da visitare insieme all’isola disabitata di Dhespotikò.

Hydra

Si raggiunge in due ore di aliscafo da Atene e conquista con il suo piccolo porto e la sua cittadina principale senza traffico. Amata dal jet set ateniese è molto intima e chic. Le case sono di muri bianchi e tegole rosse e le spiagge più amate sono quelle di Kastéllo e Vlihos e, mentre l’interno è più montuoso e selvaggio intorno si trovano campagne, monasteri e terrazze coltivate a grano.

Itaca

Il suo nome è conosciuto perché è stata la mitica patria di Ulisse, nonostante il suo profilo roccioso non la renda particolarmente praticabile, ma le sue spiagge sono incredibili: da Sarakiniko a Skinos. Da vedere anche i luoghi citati nell’Odissea, dalla Grotta delle Ninfe alla Fonte Aretusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA