Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

I castelli più belli, quelli più instagrammabili e quelli più infestati del mondo

Fortezze secolari cariche di intrighi, leggende e misteri o dimore da sogno, dove immaginarsi vestiti di abiti eleganti e circondati da una corte di fedeli servitori. I castelli hanno sempre un fascino particolare, ma non ne esistono due uguali: ognuno di essi è una scoperta e una storia tutta da scoprire

I castelli più belli, quelli più instagrammabili e quelli più infestati del mondo
di Francesca Spanò
5 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Febbraio 2022, 19:11

Quando lo sguardo incontra un castello tra le linee dell’orizzonte, la suggestione è immediata. Sì, perché siamo cresciuti tra miti, fiabe e leggende che proprio tra le spesse mura di queste sontuose dimore si consumavano. Agli intrighi di corte si contrapponevano tormentate storie d’amore, a improvvisi rapimenti facevano da contraltare incoronazioni in grado di richiamare un folto numero di curiosi. Al di là del ponte levatoio o dei cancelli protetti da pazienti guardie, insomma, si consumavano benessere e potere, mentre fuori la vita scorreva lenta e faticosa. Quel che resta oggi sono spesso ruderi e, a volte, palazzi ben conservati e completati da ricchi elementi di arredo. A ognuno i suoi gusti, ma oltre a quelli innegabilmente meravigliosi, non sono meno interessanti quelli dove i fantasmi la fanno da padrone dopo secoli. Chiaramente l’elenco, in tal senso, sarebbe molto lungo: noi ne abbiamo selezionati alcuni tra i più noti e particolari.

 

I tre castelli più belli

Il castello di Neuschwanstein (Germania)

Tra le fortezze più conosciute al mondo, risale alla fine del XIX secolo e sorge nel sud-ovest della Baviera, nella località di Schwangau. Il suo nome, in italiano, può essere tradotto con “Nuova pietra del Cigno” con riferimento alla contea omonima nella quale è stato costruito. Commissionato dal re Ludovico II di Baviera come ritiro personale e omaggio al genio del musicista Richard Wagner, è tra i palazzi più visitati in Europa. La Disney ne ha preso ispirazione per ricostruire i castelli di fiabe come Biancaneve e i sette nani, Cenerentola, La Bella Addormentata nel Bosco e Rapunzel.

L'Australia riapre ai turisti, il primo ministro Morrison: «Bentornati, vi accogliamo a braccia aperte»

Castello di Praga (Repubblica Ceca)

Il simbolo più importante dello Stato ceco è stato costruito nel IX secolo, è tra i castelli più grandi del mondo ed è stato la sede dei sovrani boemi e poi dei presidenti della repubblica. Al suo interno è costituito da palazzi storici, ufficiali ed ecclesiastici, fortificazioni, giardini e luoghi carichi di fascino. Ha una vista impareggiabile, su 45 ettari di superficie e proprio per le sue dimensioni, occorrono diverse ore per visitarlo.

Il Castello di Versailles (Francia)

Detta anche Reggia di Versailles, è un bene protetto dall’Unesco dal 1979. La grandiosa residenza apparteneva ai Borbone di Francia e sorge proprio nella cittadina di Versailles. Nacque per volere del giovane Luigi XIV per allontanarsi dalla capitale e rimase la sede del potere politico del regno di Francia dal 1682 quando il Re Sole vi trasferì la propria corte, fino a poco prima dello scoppio della Rivoluzione Francese. Il parco si estende su una superficie di 815 ettari, che prima della Rivoluzione Francese erano 8000, con 93 giardini ed elementi architettonici come il Petit ed il Grand Trianon, l’Hameau de la Reine, Il Grand e il Petit Canal, una ménagerie oggi distrutta, una Orangerie ed il Pièce d’eau des Suisses.

Lago di Vico da vedere e da mangiare: le 3 cose da non perdere

I tre castelli più instagrammabili

Il Castello di Chambord (Francia)

Il più grande tra i castelli della Valle della Loira, fu voluto dal re Francesco I a partire dal 1519 e rappresenta uno degli esempi più importanti dell’architettura rinascimentale in Francia. Intorno vi si trova una vasta foresta ricca di selvaggina ed è stato progettato per essere una residenza di caccia.

Il castello di Osaka (Giappone)

Il maniero nipponico fu costruito nel XVI secolo per difendere gli abitanti della città e con le sue linee architettoniche tipiche è perfetto da instagrammare. Ha 5 piani all’esterno e 8 all’interno e si trova nel parco dove fioriscono i ciliegi in primavera, tanto amato e fotografato in tutto dai turisti di tutto il mondo.

Il castello di Moritzburg (Germania)

Si trova in Sassonia, non lontano da Dresda e vanta una architettura barocca. Fu realizzato nel XVIII secolo e vi si celebra il noto festival di Moritzburg.

I tre castelli più infestati

Il castello di Edimburgo (Scozia)

Risale al XII secolo e a dire che sia infestato dagli spettri, pare siano state anche voci autorevoli come il Time. In tanti ne hanno descritto per secoli la presenza e diverse sono state, infatti, le indagini paranormali qui condotte. Nel 2001, un medico inglese ha arruolato 240 volontari per trascorrervi all’interno dieci giorni, scegliendo persone ignare di queste presenze. Molti di loro, alla fine, dissero di aver visto dei fantasmi e i loro racconti coincidevano con altri del passato. Diversi hanno parlato di un uomo senza testa che si aggira nel castello dal Seicento, ma ci sarebbe anche Lady Glamis accusata di stregoneria e bruciata sul rogo e un suonatore di cornamusa.

Glamis Castle (Scozia)

Fu la resideza natale di Elizabeth Bowes-Lyon, madre della regina Elisabetta II di Inghilterra. Si racconta che vi si trovi un ragazzo deforme che sarebbe nato nella famiglia stessa. Sarebbe stato tenuto prigioniero nella rocca e murato vivo in una stanza segreta. Molti altri fantasmi, però, si muoverebbero tra le sue mura attirando diversi curiosi.

Nasce la Francigena e le vie del gusto in Tuscia, la via candidata bene Unesco tra borghi, cammini e biodiversità

Leap Castle (Irlanda)

Costruito nel 1142, è stato nel tempo teatro di suicidi, omicidi e diversi fatti di sangue e, quindi, scenario perfetto per indagini paranormali. Si racconta che vi si trovi anche un essere particolarmente pericoloso, che è sempre meglio non incontrare.

Toscana, la cascata di piccole case: ecco perché visitare Collodi

© RIPRODUZIONE RISERVATA