Torna Orvieto in Fiore. Edizione numero dieci per la manifestazione che colora la città del Duomo

Torna Orvieto in Fiore. Edizione numero dieci per la manifestazione che colora la città del Duomo
di Monica Riccio
2 Minuti di Lettura
Martedì 24 Maggio 2022, 07:06

Una fioritura di colori che esalteranno la bellezza della città di Orvieto reinterpretando i colori degli antichi quartieri di Corsica, Serancia, Olmo e Santa Maria della Stella. Torna Orvieto in Fiore, con la sua decima edizione, a impreziosire la città nel lungo weekend dal 3 al 5 giugno; una edizione quella del decennale che torna, dopo lo stop inferto dal Covid, carica di aspettative, promossa dall’associazione Comitato Cittadino dei Quartieri e dall’associazione Fidapa Orvieto, con il patrocinio del comune e il sostegno della Diocesi di Orvieto-Todi.

Onorando una storia secolare fatta di tradizioni antiche e popolari, Orvieto in Fiore si pone come una anteprima colorata e suggestiva aprendo le grandi feste della tradizione orvietana. Tanti gli appuntamenti e tante le occasioni per ammirare una Orvieto in Fiore che sempre più cresce e sempre più si fonda sulla collaborazione tra Enti, associazioni e volontari.

Si comincia sabato alle 18 al palazzo del Popolo / Sala dei Quattrocento con la presentazione e proiezione del docufilm “Ogni giorno, ogni volta” realizzato dal gruppo Sbandieratori e Musici di Orvieto per i dieci anni dalla costituzione. Il tema delle infiorate realizzate all’interno di chiese e palazzi della città sui bozzetti creati dagli studenti del Liceo Artistico di Orvieto e scelti dal vescovo Gualtiero Sigismondi, sarà “Francesco e il Coronavirus”, una occasione per riflettere sull’esperienza della pandemia come percorso di trasformazione anche interiore, mettendola a confronto con tre momenti vissuti da San Francesco d’Assisi all’età di vent’anni: la prigionia, la malattia e la crisi. E poi la tradizionale gara delle finestre, balconi e vetrine, e in questa edizione anche vie e vicoli, fioriti coordinata dalla Fidapa, e musica con gli allievi pianisti del M° Riccardo Cambri.

Domenica 5 giugno, infine, Festa della Pentecoste, e Discesa della Palombella, accompagnata nel pomeriggio dal corteo in costume che sfilerà da piazza Cahen a piazza del Popolo dove alle 18 la scena sarà tutta del “Palio dei Balestrieri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA