VACCINO

Morta dopo il vaccino, la Regione:
«Anziana affetta da gravi patologie»

Domenica 30 Novembre 2014
Morta dopo il vaccino, la Regione: «Anziana affetta da gravi patologie»

PERUGIA - Anziana morta dopo il vaccino antinfluenzale, la Regione dell'Umbria ripercorre le tappe che hanno portato al decesso della donna ultraottantenne di Spoleto. Il vaccino è stato somministrato martedì 25 novembre dal medico di famiglia (una dottoressa di Spoleto), mentre il decesso è avvenuto il 26 nell'abitazione della donna. La segnalazione però è avvenuta solo ieri, sabato 29. In un primo momento sembrava che il decesso fosse avvenuto a Terni.

La nota della Regione «Era affetta da gravi patologie, per le quali assumeva molti farmaci, la paziente di 83 anni morta a Spoleto a distanza di 24 ore dalla somministrazione di vaccino antinfluenzale Fluad della ditta Novartis. Il decesso è avvenuto mercoledì scorso nell'abitazione dell'anziana».È quanto comunica la direzione alla Sanità della Regione Umbria che aggiunge: «il vaccino influenzale somministratole non appartiene ai due lotti segnalati dall'Aifa (Agenzia Italiana del farmaco), che non sono stati acquistati nè distribuiti da nessuna Azienda sanitaria dell'Umbria». «Sebbene apparentemente la morte non sia immediatamente correlabile alla somministrazione del vaccino, il medico curante ha proceduto correttamente - sottolinea la direzione regionale - a segnalare l'accaduto. Allo stato attuale - concludono - si attende di conoscere dall'Aifa eventuali provvedimenti da adottare»

Ultimo aggiornamento: 20:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA